PUBBLICITA

Rezdiffra (resmetirom): la FDA approva il primo trattamento per le cicatrici epatiche dovute alla malattia del fegato grasso 

Rezdiffra (resmetirom) è stato approvato dalla FDA degli Stati Uniti per il trattamento degli adulti affetti da steatoepatite non alcolica non cirrotica (NASH) con cicatrici epatiche (fibrosi) da moderate ad avanzate, da utilizzare insieme alla dieta e all'esercizio fisico.  

Fino ad ora, i pazienti affetti da steatoepatite non alcolica non cirrotica (NASH) che presentavano anche notevoli cicatrici epatiche non disponevano di un farmaco in grado di risolvere direttamente il problema. danno al fegato. FDA l'approvazione di Rezdiffra fornirà, per la prima volta, a trattamento opzione per questi pazienti, oltre alla dieta e all’esercizio fisico.  

La NASH è il risultato della progressione dei grassi non alcolici fegato malattia where fegato l’infiammazione, nel tempo, può portare a cicatrici epatiche e disfunzioni epatiche. La NASH è spesso associata ad altri problemi di salute come l’ipertensione e il diabete di tipo 2. Secondo almeno una stima, circa 6-8 milioni di persone negli Stati Uniti soffrono di NASH con cicatrici epatiche da moderate ad avanzate, e si prevede che tale numero aumenterà. 

Rezdiffra è un attivatore parziale di un recettore dell'ormone tiroideo; l'attivazione di questo recettore da parte di Rezdiffra nel fegato riduce l'accumulo di grasso nel fegato.  

Sicurezza ed efficacia di Rezdiffra  

La sicurezza e l'efficacia di Rezdiffra sono state valutate sulla base di un'analisi di un endpoint surrogato al mese 12 in uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, della durata di 54 mesi. L'endpoint surrogato ha misurato l'entità di fegato infiammazioni e cicatrici. Lo sponsor è tenuto a condurre uno studio post-approvazione per verificare e descrivere il beneficio clinico di Rezdiffra, che sarà effettuato completando lo stesso studio di 54 mesi, che è ancora in corso. Per arruolarsi nello studio, i pazienti dovevano avere a fegato biopsia che mostra un'infiammazione dovuta alla NASH di grado moderato o avanzato fegato cicatrici. Nello studio, 888 soggetti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere uno dei seguenti: placebo (294 soggetti); 80 milligrammi di Rezdiffra (298 soggetti); o 100 milligrammi di Rezdiffra (296 soggetti); una volta al giorno, in aggiunta alla cura standard per la NASH, che comprende consulenza per una dieta sana ed esercizio fisico.  

A 12 mesi, le biopsie epatiche hanno mostrato che una percentuale maggiore di soggetti trattati con Rezdiffra ha raggiunto la risoluzione della NASH o un miglioramento delle cicatrici epatiche rispetto a quelli che hanno ricevuto il placebo. Un totale dal 26% al 27% dei soggetti che hanno ricevuto 80 mg di Rezdiffra e dal 24% al 36% dei soggetti che hanno ricevuto 100 mg di Rezdiffra hanno riscontrato la risoluzione della NASH e nessun peggioramento delle cicatrici epatiche, rispetto al 9%-13% di coloro che hanno ricevuto hanno ricevuto placebo e consulenza su dieta ed esercizio fisico. La gamma di risposte riflette le letture dei diversi patologi. Inoltre, un totale del 23% dei soggetti che hanno ricevuto 80 mg di Rezdiffra e dal 24% al 28% dei soggetti che hanno ricevuto 100 mg di Rezdiffra hanno riscontrato un miglioramento fegato cicatrici e nessun peggioramento della NASH, rispetto al 13%-15% di coloro che hanno ricevuto il placebo, a seconda delle letture di ciascun patologo. È notevole la dimostrazione di questi cambiamenti in una percentuale di pazienti dopo solo un anno di trattamento malattia in genere progredisce lentamente e la maggior parte dei pazienti impiega anni o addirittura decenni per mostrare la progressione. 

Effetti collaterali di Rezdiffra  

Gli effetti collaterali più comuni di Rezdiffra includevano diarrea e nausea. Rezdiffra viene fornito con alcune avvertenze e precauzioni, come la tossicità epatica indotta dal farmaco e gli effetti collaterali correlati alla cistifellea.  

L'uso di Rezdiffra deve essere evitato nei pazienti con cirrosi scompensata. I pazienti devono interrompere l'uso di Rezdiffra se sviluppano segni o sintomi di peggioramento fegato funzione durante il trattamento con Rezdiffra.  

Interazioni farmacologiche di Rezdiffra  

L'uso di Rezdiffra contemporaneamente ad alcuni altri farmaci, in particolare alle statine per abbassare il colesterolo, può comportare interazioni farmacologiche potenzialmente significative. Gli operatori sanitari devono fare riferimento alle informazioni complete sulla prescrizione per ulteriori informazioni su queste interazioni farmacologiche potenzialmente significative con Rezdiffra, dosaggio raccomandato e modifiche della somministrazione.  

L' FDA ha approvato Rezdiffra nell’ambito del percorso di approvazione accelerato, che consente l’approvazione anticipata di farmaci che trattano condizioni gravi e rispondono a un’esigenza medica non soddisfatta, sulla base di un endpoint clinico surrogato o intermedio che è ragionevolmente probabile che preveda un beneficio clinico. Il suddetto studio di 54 mesi, che è in corso, valuterà il beneficio clinico dopo 54 mesi di trattamento con Rezdiffra.  

Rezdiffra ha ricevuto le designazioni di Breakthrough Therapy, Fast Track e Priority Review per questa indicazione.  

L' FDA concesso l'approvazione di Rezdiffra a Madrigal Pharmaceuticals. 

*** 

Fonte: 

FDA 2024. Comunicato stampa – La FDA approva il primo trattamento per i pazienti con cicatrici epatiche dovute a malattia del fegato grasso. Pubblicato il 14 marzo 2024. Disponibile su https://www.fda.gov/news-events/press-announcements/fda-approves-first-treatment-patients-liver-scarring-due-fatty-liver-disease 

*** 

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Missione Artemis Moon: Verso l'abitazione umana nello spazio profondo 

Mezzo secolo dopo le iconiche missioni Apollo che hanno permesso...

Nanorobot che somministrano farmaci direttamente negli occhi

Per la prima volta sono stati progettati nanorobot che...

Lolamicina: l’antibiotico selettivo contro le infezioni da Gram-negativi che risparmia il microbioma intestinale  

Gli attuali antibiotici utilizzati nella pratica clinica, oltre a...
- Annuncio pubblicitario -
94,080FanCome
47,562SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi