PUBBLICITA

Gli integratori di Omega-3 potrebbero non offrire benefici al cuore

SALUTEGli integratori di Omega-3 potrebbero non offrire benefici al cuore

Un elaborato studio completo mostra che gli integratori di Omega-3 potrebbero non offrire benefici al cuore

Si ritiene che piccole porzioni di omega-3 – un tipo di grasso – può fare bene alla salute. L'acido alfalinolenico (ALA), l'acido eicosapentaenoico (EPA) e l'acido docosaesaenoico (DHA) sono i tre principali tipi di acidi grassi omega-3. Questi possono essere trovati naturalmente negli alimenti che mangiamo ogni giorno, ad esempio alimenti vegetali come noci e semi contengono ALA e pesci grassi come salmone o tonno e oli di pesce contengono EPA e DHA. È una credenza ampiamente accettata e popolare o piuttosto un "fatto" basato su alcuni primi studi clinici negli anni '1980 e '1990 che il consumo di grassi omega-3 possa fornire protezione contro cuore malattie correlate come infarto, ictus o morte per abbassamento della pressione sanguigna o riduzione dei livelli di colesterolo. Omega 3 integratori sotto forma di capsule sono disponibili da banco e sono consumati da molte persone su base giornaliera con o senza prescrizione medica.

Meta-analisi: una combinazione di molte prove

Una recente revisione sistematica di Cochrane mostra che gli integratori di omega-3 hanno un effetto molto lieve o nullo sul rischio di malattie cardiache basato su una revisione completa delle prove. L'organizzazione Cochrane è una rete globale di esperti dedicati a informare la politica sanitaria. Per questo studio, sono stati condotti un totale di 79 studi randomizzati con 112,059 persone per valutare gli effetti dell'assunzione di grassi omega-3 sulla circolazione cardiaca e sulle malattie. Sono stati progettati e condotti 25 studi e i partecipanti provenivano da Nord America, Australia, Europa e Asia. Sono stati inclusi come partecipanti sia uomini che donne sani o con malattie minori o maggiori. Scelto a caso, ogni partecipante doveva mantenere la propria dieta o, insieme alla dieta, assumere un integratore di grassi omega-3 sotto forma di capsula giornaliera per un anno. La meta-analisi ha valutato l'assunzione giornaliera di grassi omega-3 e pochi studi hanno valutato l'assunzione di pesce azzurro come salmone e tonno o cibi ricchi di ALA, mentre ad altri partecipanti è stato chiesto di mantenere l'assunzione abituale di cibo.

Gli integratori di Omega-3 non hanno effetti considerevoli

I ricercatori hanno concluso dopo aver valutato i risultati che c'erano prove di un'elevata certezza che gli omega-3 avessero un impatto lieve o nullo sul rischio di infarti, ictus o irregolarità cardiache di una persona. Inoltre, l'omega-3 non ha "un effetto considerevole" sul rischio di morte poiché è stato calcolato all'8.8% per i partecipanti che hanno assunto integratori, mentre il 9% per il gruppo controllato che ha assunto cibo normale e non ha assunto integratori. Gli integratori di Omega 3 non hanno avuto alcun effetto sul rischio di eventi cardiovascolari come ictus, ecc. EPA e DHA, gli acidi grassi omega-3 a catena lunga, hanno ridotto alcuni grassi nel sangue, i trigliceridi (che potrebbero essere indicativi di protezione dalle malattie cardiache) e il colesterolo HDL, ma poi la riduzione dell'HDL ha avuto un effetto opposto.

C'erano "prove moderate" che consumare più ALA da noci integrate può avere piccoli benefici sul rischio di principali eventi cardiovascolari o sul peso corporeo, visto che il rischio di irregolarità nel cuore è stato ridotto dal 3.3 al 2.6%. Il consumo di olio di colza e noci è stato visto di un piccolo beneficio soprattutto nella prevenzione delle aritmie cardiache. Non sono state raccolte prove sui benefici del consumo di più pesce azzurro e non è stato possibile raccogliere molte informazioni su scenari avversi come sanguinamento o coaguli di sangue da ALA. Dalle ampie informazioni raccolte dai 25 studi, non sono stati osservati effetti protettivi netti degli omega-3. La possibilità complessiva di ricevere benefici dagli integratori di omega-3 è stata indicata come una su 1,000.

La dieta sana è più importante

La credenza popolare e ampiamente accettata che gli integratori di EPA e DHA omega-3 proteggano il cuore è stata citata come controversa ed è ancora discutibile. Molti esperti ritengono comunque molto improbabile che un particolare elemento della dieta possa essere il solo responsabile della riduzione del rischio di malattie cardiache. Anche l'aspetto finanziario del consumo di integratori viene messo da parte e sarebbe preferibile seguire una dieta complessivamente sana e interrompere l'uso non necessario di integratori da banco. Tuttavia, se gli integratori di omega-3 sono stati consigliati dal medico per qualche motivo specifico, allora è necessario continuare la loro assunzione. Altrimenti la migliore raccomandazione per ottenere omega-3 attraverso cibi naturali piuttosto che integratori

Questa meta-analisi è vista come una revisione sistematica completa affidabile che ha raccolto informazioni su lunghi periodi di tempo da ampi gruppi di persone che forniscono prove forti e ha concluso che l'aumento dell'assunzione di grassi omega-3 potrebbe non essere protettivo per i nostri cuori. Solo l'ALA, che in realtà è un acido grasso essenziale, è considerato una parte importante di una dieta equilibrata e il suo maggiore apporto può essere in qualche modo utile per prevenire e forse curare gli eventi cardiovascolari. Questa revisione condotta dall'organizzazione Cochrane è stata richiesta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità che sta aggiornando le proprie linee guida sui grassi polinsaturi.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Abdelhamid AS et al. 2018. Acidi grassi Omega-3 per la prevenzione primaria e secondaria delle malattie cardiovascolari. Cochrane Database of Systematic Reviewshttps://doi.org//10.1002/14651858.CD003177.pub4

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Il consumo moderato di alcol può ridurre il rischio di demenza

Uno studio suggerisce che sia il consumo eccessivo di alcol...

Trattare il cancro ripristinando la funzione del soppressore del tumore usando l'estratto vegetale

Lo studio su topi e cellule umane descrive la riattivazione di...
- Annuncio pubblicitario -
99,051FanMi Piace
64,265SeguaciSegui
6,169SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi