PUBBLICITA

Alfred Nobel a Leonard Blavatnik: come i premi fondati dai filantropi Impact Scientists and Science  

Alfred Nobel, l'imprenditore meglio conosciuto per aver inventato la dinamite che fece fortuna con il commercio di esplosivi e armi e lasciò in eredità la sua ricchezza per istituire e finanziare "premi a coloro che, durante l’anno precedente, hanno recato il maggior beneficio al genere umano”. I primi premi Nobel per la scienza furono conferiti nel 1901 a Wilhelm Conrad Röntgen per la fisica per la scoperta dei raggi X, a Jacobus H. van 't Hoff per la chimica per la pressione osmotica e l'equilibrio chimico e a Emil von Behring per la medicina e la fisiologia per terapia del siero, in particolare la sua applicazione contro la difterite. Il resto è storia: il premio Nobel ora è il gold standard di assegnazione e il massimo “riconoscimento” a cui uno scienziato potrebbe aspirare.  

Nel corso del tempo, i premi scientifici si sono moltiplicati in tutto il mondo. Premi scientifici della Fondazione Bayer è un insieme di premi conferiti dalla fondazione istituita dal Prof Kurt Hansen per promuovere l'insegnamento delle scienze. Ha inoltre istituito il Premio Famiglia Hansen per le scienze mediche nel 2000. Sergey Brin, Yuri e Julia Milner, Mark Zuckerberg e Priscilla Chan, Anne Wojcicki e Pony Ma hanno fondato Premio rivoluzionario che è una serie di premi internazionali. Il primo Breakthrough Prize è stato assegnato nel 2012.  

Premi Blavatnik per giovani scienziati di età pari o inferiore a 42 anni, è stata fondata nel 2007 attraverso una partnership tra la Blavatnik Family Foundation, guidata da Leonardo Blavatnik e l'Accademia delle Scienze di New York, guidata da Nicholas Dirks. Leonard è stato ispirato a istituire un premio simile dopo aver visto la cerimonia del premio Nobel.  

All'inizio Blavatnik era aperto agli scienziati di New York, New Jersey e Connecticut negli Stati Uniti. Nel 2014, il premio è stato ampliato per includere giovani scienziati negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Israele nel 2018. Premi Blavatnik per giovani scienziati nel Regno Unito per l' anni 2024 è stato recentemente assegnato ad Anthony Green per la progettazione e l'ingegneria di nuovi enzimi, con preziose funzioni catalitiche precedentemente sconosciute in natura, Rahul R. Nair per lo sviluppo di nuove membrane basate su materiali 2D che consentiranno tecnologie di separazione e filtrazione efficienti dal punto di vista energetico, e a Nicholas McGranahan , per sfruttare i principi evolutivi per comprendere i tumori e perché i tumori sono così difficili da trattare.  

È interessante notare che un recente studio sull'impatto dei premi sul lavoro successivo dei destinatari ha rivelato che gli scienziati all'inizio della carriera (meno di 42 anni) tendono a guadagnare più citazioni per i loro lavori post-premio rispetto a quelli a metà carriera (42-57 anni) e scienziati senior (più di 57 anni). I premi Nobel hanno ricevuto meno citazioni per il lavoro post-premio che per quello pre-premio1. A quanto pare, i premi destinati agli scienziati all’inizio della carriera contribuiscono maggiormente a una ricerca di grande impatto e influente. Premi come Blavatnik agiscono più come una scala di arrampicata in termini di sostegno e motivazione per i giovani scienziati, colmando così una lacuna.  

I premi arrivano insieme a credibilità, sostegno finanziario, connessione con il settore e celebrazioni. Inoltre, hanno un impatto positivo sulla mente e sulla personalità di chi li riceve. Riconoscimenti, fama e riconoscimenti motivano enormemente gli scienziati nelle loro attività. L'apprezzamento e l'ammirazione da parte della società aumentano l'autostima dei destinatari del premio2. Queste conseguenze psicologiche intangibili hanno ripercussioni sull’intero ecosistema della ricerca.  

Premi e riconoscimenti sono anche determinanti nella scelta della domanda di ricerca da parte degli scienziati. Fungono da incentivo primario dietro le strategie di innovazione ad alto rischio e incoraggiano l’esplorazione di nuove idee3. Ciò è significativo dato che sono relativamente poche le idee e gli studiosi che spingono i confini della scienza4

*** 

Riferimenti: 

  1. Nepomuceno A., Bayer H. e Ioannidis JPA, 2023. Impatto dei premi più importanti sul lavoro successivo dei destinatari. Scienza aperta della Royal Society. Pubblicato:09 agosto 2023. DOI: http://doi.org/10.1098/rsos.230549 
  1. Soni R., 2020. Colmare il divario tra la scienza e l'uomo comune: la prospettiva di uno scienziato. Europeo scientifico. Scientifico Europeo.14 maggio 2020. 
  1. Fortunato S., et al 2018. Scienza della scienza. SCIENZA. 2 marzo 2018. Vol 359, numero 6379. DOI: https://doi.org/10.1126/science.aao0185 
  1. Ma Y. e Uzzi B., 2018. La rete dei premi scientifici prevede chi oltrepassa i confini della scienza. PNAS. Pubblicato il 10 dicembre 2018. 115 (50) 12608-12615. DOI: https://doi.org/10.1073/pnas.1800485115 

*** 

Umesh Prasad
Umesh Prasad
Giornalista scientifico | Editore fondatore della rivista scientifica europea

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Lo scorbuto continua ad esistere tra i bambini

Lo scorbuto, una malattia causata dalla carenza di vitamina...

Il predatore batterico potrebbe aiutare a ridurre i decessi per COVID-19

Un tipo di virus che preda i batteri potrebbe...
- Annuncio pubblicitario -
94,519FanCome
47,682SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi