PUBBLICITA

Età Meghalayan

I geologi hanno segnato una nuova fase nella storia della terra dopo aver scoperto prove a Meghalaya, in India

L'era attuale in cui viviamo è stata recentemente designata ufficialmente come "era Meghalayan" dalla scala del tempo geologico internazionale. Questa scala divide la storia del nostro pianeta in diversi eoni, epoche, periodi, epoche ed età. La tempistica degli eventi in base alla quale vengono suddivisi questi periodi di tempo viene raccolta da geologi e archeologi in tutto il mondo e si basa su eventi sostanziali come la disgregazione dei continenti, il drammatico cambiamento delle condizioni climatiche, l'estinzione o l'emergenza di alcuni animali e piante. Le unità di questa scala si basano su prove ed evidenze di strati sedimentari che si sono accumulati nel tempo e questi strati contengono diversi sedimenti, fossili e isotopi chimici. Tali strati recano registrazioni attraverso il passare del tempo che trasmettono anche eventi fisici e biologici associati. Questa è chiamata datazione dell'età geologica in cui a ciascuno di tali materiali viene assegnata un'età e quindi vengono previsti i probabili eventi attorno ad esso. Ecco come sappiamo oggi che la terra ha 4.6 miliardi di anni. La Commissione Internazionale sulla Stratigrafia (IUGS) è la principale responsabile della regolamentazione della scala temporale geologica.

L'era attuale in cui viviamo, l'epoca dell'Olocene, è stata aggiornata e suddivisa in tre nuove età geologiche che sono l'Olocene inferiore chiamato Groenlandia, l'Alocene medio chiamato Northgrippian e il Tardo Halocene chiamato età Meghlayan. L'età della Groenlandia è contrassegnata dalla fine dell'era glaciale e il riscaldamento è iniziato sulla terra circa 12000 anni fa. L'età del Northgrippian iniziò circa 8000 anni fa. Entrambe queste età sono contrassegnate da carote di ghiaccio trovate in Groenlandia. Una nuova era distinta Meghalayan che è stata ora identificata è iniziata 4,200 anni fa ed è fino ad oggi. L'agenzia International Union of Geological Sciences è responsabile di questi standard internazionali in geologia. Le ricerche hanno impiegato fino a otto anni per segnare le date dell'era Meghalayan.

A tutte le età sono stati assegnati nomi univoci in base alla loro origine o inizio. Le età groenlandese e nordgrippiana prendono il nome dal sito NorthGRIP in Groenlandia. Questo sito descrive il rapido riscaldamento del pianeta a significare il culmine dell'era glaciale seguito da un rapido raffreddamento universale all'inizio dell'era nordgrippiana, causato dall'ingresso di acqua ghiacciata sciolta nel Nord Atlantico. Inoltre, circa 4,200 anni fa, i ricercatori hanno identificato una fase significativamente più secca o aridificazione che hanno designato come l'inizio dell'era Meghlayan. L'era Meghalayan prende il nome da una stalagmite (un tipo di formazione rocciosa) nella grotta di Mawmlul situata nello stato nord-orientale di Meghalaya in India per segnare l'origine esatta di questa era. La parola "Meghalaya' significa "la dimora delle nuvole" in sanscrito. Il timestamp di questa età è compreso spiegando che questa stalagmite è stata depositata sul pavimento della grotta da depositi di minerali nel corso di diverse migliaia di anni a causa dell'acqua piovana che filtrava all'interno della grotta attraverso lo sgocciolamento del soffitto. Ciò è avvenuto molto probabilmente a causa degli spostamenti oceanici e della circolazione atmosferica. Gli strati minerali descrivono il cambiamento delle precipitazioni nel tempo poiché le loro firme chimiche mostrano che il cambiamento di una singola stalagmite negli isotopi dell'atomo di ossigeno ha portato l'area a subire una diminuzione del 20-30 percento delle precipitazioni monsoniche. Questo è considerato come una prova significativa per questa scoperta. In effetti, tali prove sono state scoperte in tutti e sette i continenti della Terra. Questa "mega tiraggio" ha lanciato la nuova era geologica. Tali condizioni climatiche estreme avrebbero inoltre lasciato al collasso delle civiltà e allo sradicamento degli insediamenti umani soprattutto quelli dediti all'agricoltura nei pressi del Mar Mediterraneo, del Medio Oriente e dell'Asia come indicato negli studi. Gli effetti di questa "mega tiraggio" sembrano durare da oltre 200 anni. Molti esperti ritengono che questo evento sia ampiamente connesso a ragioni sociali ed economiche.

Il più piccolo evento climatico globale nella storia del nostro pianeta è stato scoperto per la prima volta e favorisce la nostra comprensione della storia geologica completa della Terra. Questa è una scoperta notevole e un'aggiunta alla storia dell'Olocene e anche all'archeologia. I geologi stanno progettando di aggiungere una nuova epoca dopo l’Olocene, chiamata Antropocene, che segnerebbe l’impatto degli esseri umani sulla geologia del pianeta. pianeta dopo l'industrializzazione.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Commissione Internazionale di Stratigrafia. www.stratigrafia.org. [Accesso 5 agosto 2018].

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

La scienza del grasso bruno: cos'altro c'è ancora da sapere?

Si dice che il grasso bruno sia "buono". È...

Ondata di COVID-19 in Europa: situazione attuale e proiezioni per questo inverno nel Regno Unito,...

L'Europa vacilla con un numero insolitamente alto di...

COVID-19: la sottovariante JN.1 ha una maggiore trasmissibilità e capacità di fuga immunitaria 

La mutazione Spike (S: L455S) è la mutazione caratteristica di JN.1...
- Annuncio pubblicitario -
94,247FanCome
47,616SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi