PUBBLICITA

"Autofocals", un prototipo di occhiali per correggere la presbiopia (perdita della vista da vicino)

INGEGNERIA E TECNOLOGIA"Autofocals", un prototipo di occhiali per correggere la presbiopia (perdita della vista da vicino)

Gli scienziati della Stanford University hanno sviluppato un prototipo di occhiali con messa a fuoco automatica che si concentrano automaticamente su dove sta guardando chi li indossa. Può aiutare a correggere la presbiopia, una graduale perdita della vista da vicino legata all'età affrontata dalle persone di età superiore ai 45 anni. Le autofocali forniscono una soluzione più efficace e accurata rispetto agli occhiali da vista tradizionali.

Circa 1.2 miliardi di persone in tutto il mondo sono attualmente colpite da una condizione oculare correlata all'età naturale chiamata presbiopia che inizia a influenzare la visione da vicino intorno ai 45 anni. Con l'avanzare dell'età, le lenti cristalline dei nostri occhi si irrigidiscono e perdono l'elasticità necessaria per mettere a fuoco gli oggetti vicini e quindi, a causa della presbiopia, le persone hanno difficoltà a vedere gli oggetti vicini con una messa a fuoco nitida .

vario occhiali da vistas e lenti a contatto sono disponibili per correggere la presbiopia e le persone devono iniziare a usarli in genere dopo i 40 anni. I metodi esistenti utilizzano elementi focali fissi per approssimare la visione che sarebbe paragonabile a quella che otterrebbe un cristallino in un occhio sano. Tuttavia, questi metodi hanno molti problemi. I tradizionali occhiali da lettura sono per uno, ingombranti da trasportare in quanto devono essere utilizzati o meno a seconda che l'utente stia per leggere. Questi occhiali non sono molto utili per altre attività, ad esempio la guida. Le tradizionali lenti progressive odierne richiedono a chi le indossa di allineare la testa nella direzione corretta per poter mettere a fuoco chiaramente e questo allineamento richiede tempo. Poiché la messa a fuoco periferica è assente o minima, questo cambiamento visivo rende molto difficile e scomodo per chi lo indossa concentrarsi durante le attività quotidiane. La chirurgia è un'opzione per ridurre la rigidità delle lenti, ma è una procedura invasiva e la sua affidabilità a lungo termine non è completamente chiara. Pertanto, non è disponibile una soluzione ottimale per correggere la presbiopia.

In un nuovo studio pubblicato il 29 giugno in Anticipi Scienza, gli scienziati hanno creato un nuovo paio di occhiali sperimentali regolabili con messa a fuoco chiamati "autofocali'per la correzione della presbiopia. Gli autofocali sono costituiti da (a) lenti liquide controllate elettronicamente (b) una telecamera di profondità stereo ad ampio campo visivo, (c) sensori di tracciamento binoculare e (d) un software personalizzato che elabora le informazioni. Il sistema "autofocal" di questi occhiali regola automaticamente la potenza focale delle lenti liquide in base all'input ricevuto dagli eye tracker. cioè cosa sta guardando chi lo indossa. Lo fanno imitando il meccanismo naturale di "autofocus" dell'occhio umano sano. Le lenti piene di liquido negli occhiali possono espandersi o contrarsi quando il campo visivo cambia. I sensori di tracciamento oculare individuano dove sta guardando una persona e determinano la distanza precisa. Infine, un software personalizzato creato dai ricercatori elabora i dati di tracciamento oculare e si assicura che gli obiettivi visualizzino l'oggetto con una messa a fuoco nitida. La rifocalizzazione negli autofocali è considerata più rapida e accurata rispetto agli occhiali da vista tradizionali.

I ricercatori hanno testato gli autofocali su 56 persone con presbiopia. C'è stato un netto miglioramento nelle prestazioni delle attività visive e i nuovi prototipi di occhiali sono stati classificati dalla maggioranza degli utenti come metodo di correzione "preferito". In un altro studio che ha coinvolto 19 utenti, gli autofocali hanno mostrato un'acuità visiva e una sensibilità al contrasto migliorate e migliori rispetto ai metodi convenzionali per la presbiopia. Gli autori mirano a ridurre le dimensioni e il peso del prototipo e renderlo leggero e pratico per l'uso quotidiano.

I prototipi di occhiali "autofocali" descritti nell'attuale studio utilizzano le lenti disponibili, la tecnologia di tracciamento oculare disponibile e hanno creato un software in grado di elaborare le informazioni e aiutare a visualizzare gli oggetti vicini con una messa a fuoco nitida in modo più accurato ed efficiente rispetto agli occhiali tradizionali. Le autofocali giocheranno un ruolo importante in visione da vicino correzione in futuro.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Padmanaban Net et al. 2019. Autofocals: Valutazione degli occhiali sguardo-contingenti per i presbiti. Progressi scientifici, 5 (6). http://dx.doi.org/10.1126/sciadv.aav6187

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Un "pacemaker cerebrale" wireless in grado di rilevare e prevenire le convulsioni

Gli ingegneri hanno progettato un "pacemaker cerebrale" wireless che può...

Coppette mestruali: un'alternativa affidabile ed ecologica

Le donne hanno bisogno di prodotti sanitari sicuri, efficaci e confortevoli per...

Storia dei coronavirus: come potrebbe essere emerso il "nuovo coronavirus (SARS-CoV-2)"?

I coronavirus non sono nuovi; questi sono vecchi come...
- Annuncio pubblicitario -
98,967FanMi Piace
64,252SeguaciSegui
6,170SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi