PUBBLICITA

I probiotici non sono abbastanza efficaci nel trattamento dell'"influenza allo stomaco" nei bambini

SALUTEI probiotici non sono abbastanza efficaci nel trattamento dell'"influenza allo stomaco" nei bambini

Studi sui gemelli mostrano che i probiotici costosi e popolari potrebbero non essere efficaci nel trattamento dell'"influenza intestinale" nei bambini piccoli.

Gastroenterite o comunemente chiamata come 'influenza intestinale' colpisce milioni di bambini in tutto il mondo. È causato da batteri, virus o parassiti e sebbene non sia una malattia pericolosa per la vita, ma è un enorme onere per le cure mediche in quanto è una causa comune di ricovero. Non esiste un trattamento rapido per la gastroenterite acuta pediatrica a parte la somministrazione di liquidi ai bambini principalmente per prevenire la disidratazione e alcune medicine per la nausea e un ampio riposo. Poiché non esiste un trattamento adeguato, i medici prescrivono probiotici nel trattamento di bambini affetti da gastroenterite acuta.

Una comprensione più profonda del microbioma - milioni di batteri amici, virus, funghi, ecc. - che si ritiene portino benefici al corpo umano, ha alimentato la crescita dei probiotici. I probiotici sono principalmente microrganismi vivi sicuri chiamati anche batteri "amici" o "buoni" che si pensa combattano lo stomaco infezioni. Si ritiene che ripristinino il normale equilibrio dei batteri nel nostro sistema digestivo e aumentino anche la nostra immunità migliorando il nostro sistema immunitario. Molti studi più piccoli hanno dimostrato che i probiotici possono essere utili, ma tali risultati sono stati limitanti.

I probiotici non sono efficaci dopotutto?

Un nuovo studio vigoroso1 pubblicato nella New England Journal of Medicine, che coinvolge 1,000 bambini (da 3 mesi a 4 anni) fornisce la prima prova che i probiotici potrebbero non essere l'approccio migliore o utile soprattutto per i bambini piccoli. Gli autori miravano a generare prove conclusive a favore o contro l'uso di probiotici in neonati e bambini piccoli affetti da gastroenterite acuta. I ricercatori hanno valutato un probiotico più comunemente prescritto chiamato Lactobacillus rhamnosus GG (LGG), che ha una versione ideale per neonati e bambini piccoli. Lo studio ha coinvolto 971 bambini che hanno ricevuto cure per 3 anni dal 2014 al 2017 presso centri di emergenza presso centri medici geograficamente diversi negli Stati Uniti. I bambini sono stati scelti se presentavano sintomi di gastroenterite come feci molli, vomito, diarrea o infezione intestinale. Una precondizione era che non avessero consumato probiotici per almeno 2 settimane precedenti.

La metà dei bambini è stata scelta in modo casuale per ricevere LGG probiotico due volte al giorno per cinque giorni, altri hanno consumato un placebo dall'aspetto identico. Oltre a questo, i bambini hanno ricevuto cure cliniche standard. I ricercatori oi genitori non sapevano a questo punto a quale dei bambini fossero stati somministrati i probiotici. Si è visto che tutti i bambini mostravano gli stessi sintomi e un'identica guarigione, indipendentemente dal fatto che ricevessero probiotici o placebo, ad esempio ogni bambino ha avuto la diarrea per due giorni. È stato inoltre effettuato un confronto tra neonati e bambini piccoli. I pazienti che avevano assunto probiotici sono stati testati per vedere se la gastroenterite fosse causata da virus o batteri. Il probiotico è stato anche testato in modo indipendente per purezza e forza. I ricercatori sono giunti a una sola conclusione: l'LGG probiotico non ha fatto alcuna differenza. Il probiotico non ha aiutato né a frenare il vomito né la diarrea.

In un secondo studio2 condotto in Canada pubblicato anche in New England Journal of Medicine, 886 bambini (di età compresa tra 3 mesi e 2 anni) affetti da gastroenterite hanno ricevuto un ciclo di cinque giorni di probiotici contenenti Lactobacillus rhamnosus R001 e Lactobacillus helveticus R0052 o un placebo (comunemente somministrato nell'Asia meridionale). Anche in questo studio non è stata osservata alcuna differenza tra i due gruppi di bambini a cui sono stati somministrati probiotici o placebo.

Questi studi sui gemelli in Canada e negli Stati Uniti concludono che due popolari formulazioni probiotiche che sono state testate non hanno avuto alcun effetto sui bambini e quindi si può concludere che i probiotici non dovrebbero essere usati per la gastroenterite né dai medici né dai genitori da soli. I medici devono considerare la totalità di queste evidenze e dovrebbero incorporare le stesse nelle strategie di intervento per la diarrea pediatrica acuta. Tuttavia, gli autori chiariscono che i loro studi riguardano l'effetto di due popolari probiotici sulla gastroenterite nei bambini piccoli e non affermano che i probiotici debbano essere completamente eliminati per tutto. Sebbene sicuri, i probiotici sono ancora "pillole contenenti batteri" costose e non necessarie ed è meglio che i bambini consumino invece cibi buoni come yogurt, frutta o verdura.

Tali studi sono anche cruciali per fare progressi verso l'eliminazione dei farmaci che hanno effetto zero. I probiotici vengono venduti per essere efficaci in tutti i tipi di disturbi, dalla salute dell'apparato digerente all'obesità e al cuore e anche per la salute mentale. Questa è un'industria multimilionaria; tuttavia, gli esperti insistono sulla necessità di normative più rigorose sui probiotici poiché rientrano negli integratori alimentari che altrimenti non richiedono l'approvazione a differenza di altri farmaci da banco. E la maggior parte della ricerca sulla bontà dei probiotici è piccola e limitante, non conclusiva e priva di forti evidenze. Pertanto, considerando la popolarità dei probiotici, sono necessari studi ampi, di alta qualità, indipendenti e vigorosi come questi per giungere a conclusioni generali.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

1. Schnadower D et al. 2018. Lactobacillus rhamnosus GG contro placebo per la gastroenterite acuta nei bambini. N Engl J Med.https://doi.org/10.1056/NEJMoa1802598

2. Freedman SB et al. 2018. Prova multicentrica di una combinazione probiotica per i bambini con la gastroenterite. N Engl J Med. 379 https://doi.org/10.1056/NEJMoa1802597

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

IGF-1: compromesso tra funzione cognitiva e rischio di cancro

Il fattore di crescita insulino-simile 1 (IGF-1) è un fattore di crescita prominente...

Coppette mestruali: un'alternativa affidabile ed ecologica

Le donne hanno bisogno di prodotti sanitari sicuri, efficaci e confortevoli per...

Un nuovo modo di produrre ossigeno negli oceani

Alcuni microbi nelle profondità marine producono ossigeno in un...
- Annuncio pubblicitario -
99,055FanMi Piace
64,265SeguaciSegui
6,169SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi