PUBBLICITA

Scoperta una nuova forma: Scutoid

SCIENZEBIOLOGIAScoperta una nuova forma: Scutoid

È stata scoperta una nuova forma geometrica che consente l'imballaggio tridimensionale delle cellule epiteliali durante la realizzazione di tessuti e organi curvi.

Ogni organismo vivente inizia come una singola cellula, che poi si divide in più cellule, che si dividono e si suddividono ulteriormente fino a formare miliardi di cellule per creare l'intero organismo. E' uno degli aspetti più enigmatici della biologia come a partire dalle cellule si formano prima i tessuti e poi gli organi. In sostanza, una struttura semplice dell'embrione formata da poche cellule diventa un organismo vivente con organi complessi. Ad esempio, milioni di cellule epiteliali si uniscono per formare la pelle umana, il nostro organo più grande e la barriera più forte. Se la nostra pelle fosse una superficie completamente piatta, le forme geometriche note potrebbero essere impilate insieme per costruire la pelle. Ma poiché il nostro corpo non è piatto, queste cellule epiteliali devono curvarsi e piegarsi. Le cellule epiteliali non solo formano lo strato esterno della nostra pelle, ma rivestono anche i vasi sanguigni e gli organi di tutti gli animali. Quando un embrione si sta sviluppando, i tessuti (fatti di cellule) si piegano e formano complesse forme tridimensionali che poi diventano organi come cuore o fegato, ecc. I blocchi di partenza le cellule epiteliali si "spostano" e "si uniscono" insieme per organizzarsi e impacchettarsi strettamente per dare a un organo la sua forma tridimensionale finale poiché la maggior parte degli organi sono strutture curve. A causa di questa esigenza di curvatura, si comprende che le cellule epiteliali che rivestono gli organi devono adottare forme colonnari oa bottiglia per poter circondare gli organi durante la crescita dell'embrione. Le cellule epiteliali forniscono anche altre funzioni come la formazione di una barriera contro le infezioni e l'assorbimento dei nutrienti.

Scoperta una nuova forma!

I ricercatori dell'Università di Siviglia, in Spagna, e dell'Università di Lehigh, negli Stati Uniti, concludono nel loro studio pubblicato su Nature Communications che le cellule epiteliali assumono una forma simile ai "prismi contorti". Questa nuova forma geometrica solida è stata soprannominata "scutoide'. Questa forma consente alle cellule epiteliali di raggiungere il loro scopo di fornire una copertura tridimensionale agli organi. Scutoide è una struttura simile a un prisma, con sei lati su un lato e cinque sull'altro insieme a una faccia triangolare su uno dei bordi lunghi del prisma. Questa struttura unica di scutoide consente di impilarli insieme con estremità alternate a cinque e sei lati che consentono la creazione di superfici curve. Questo nome non esiste in geometria ed è stato scelto dai ricercatori dopo un'attenta considerazione e per la somiglianza dello scutoide con la forma di uno scutello di un coleottero che è l'estremità posteriore del torace di un insetto.

La forma dello scutoide è abbondante

I ricercatori hanno utilizzato la tecnica di modellazione computazionale utilizzando i diagrammi di Voronoi. Questo è lo strumento più comunemente usato per comprendere le forme geometriche in diversi campi. Gli esperimenti di modellazione hanno mostrato che con l'aumentare della curvatura del tessuto, le cellule che costituiscono questi tessuti utilizzavano forme più complesse rispetto alle semplici colonne e forme di bottiglia come si credeva in precedenza. Le cellule epiteliali adottano una forma che non è stata precedentemente descritta e questa particolare forma aiuta le cellule a renderle più efficienti dal punto di vista energetico massimizzando un imballaggio stabile. I ricercatori hanno esaminato da vicino l'imballaggio tridimensionale di vari tessuti in diversi animali per analizzare le loro opinioni. I dati sperimentali hanno stabilito che le cellule epiteliali adottano molto simili 3D motivi come previsto dalla modellazione computazionale. Così questo nuova forma scutoide aiuta a piegarsi e curvarsi e consente alle cellule di rimanere stabilmente impacchettate nel modo più ottimale. Una volta stabilita l'esistenza di una nuova forma, i ricercatori hanno esplorato in altri organismi la presenza di forme simili a scudi e hanno scoperto che questa forma era abbondantemente presente. Queste forme simili a scudi sono state trovate anche nelle cellule epiteliali del pesce zebra e nelle ghiandole salivari dei moscerini della frutta e specialmente in quelle regioni in cui il tessuto ha bisogno di curvarsi di più piuttosto che avere un aspetto piatto.

Questa è una scoperta molto interessante e unica che può approfondire la nostra comprensione e aiutarci a controllare l'organizzazione tridimensionale degli organi (morfogenesi). Può gettare più luce su ciò che accade quando un organo non si forma correttamente portando a malattie. Potrebbe essere di immenso aiuto nel campo della coltivazione di organi artificiali e dell'ingegneria dei tessuti, poiché la costruzione di scaffold con una struttura di imballaggio corretta porterebbe a risultati migliori. La scoperta di questa nuova forma ha potenziali applicazioni in vari campi scientifici.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Gómez-Gálvez P et al. 2018. Gli scutoidi sono una soluzione geometrica per l'impaccamento tridimensionale degli epiteli. Nature Communications. 9 (1).
https://doi.org/10.1038/s41467-018-05376-1

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Il futuro dei vaccini COVID-19 basati sull'adenovirus (come Oxford AstraZeneca) alla luce dei recenti...

Tre adenovirus utilizzati come vettori per produrre vaccini COVID-19,...

L'insufficienza di vitamina D (VDI) porta a gravi sintomi di COVID-19

La condizione facilmente correggibile dell'insufficienza di vitamina D (VDI) ha...

Piattaforma europea di dati COVID-19: lanciata dalla CE la piattaforma di condivisione dei dati per i ricercatori

La Commissione Europea ha lanciato www.Covid19DataPortal.org dove i ricercatori possono archiviare...
- Annuncio pubblicitario -
99,051FanMi Piace
64,265SeguaciSegui
6,169SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi