PUBBLICITA

La galassia dei fuochi d'artificio, NGC 6946: cosa rende questa galassia così speciale?

SCIENZEASTRONOMIA E SCIENZE SPAZIALILa galassia dei fuochi d'artificio, NGC 6946: cosa rende questa galassia così speciale?

La NASA ha recentemente rilasciato la spettacolare immagine luminosa della galassia fuochi d'artificio NGC 6946 scattata in precedenza dal telescopio spaziale Hubble (1)  

Una galassia è un sistema di stelle, resti di stelle, gas interstellare, polvere e materia oscura che sono legati insieme dalla forza gravitazionale. Secondo una stima, ci sono circa 200 miliardi di galassie nell'universo osservabile (2). Il sistema solare insieme al sole fa parte della galassia chiamata Via Lattea che è la nostra galassia di casa.  

NGC 6946 (NGC sta per New General Catalog che è un modo comune di etichettare gli oggetti astronomici) è una delle galassie situata a una distanza di 7.72 Mpc {1 Mpc o Megaparsec pari a un milione di parsec; in astronomia, l'unità di distanza preferita è il parsec (pc). 1 parsec è la distanza alla quale 1 Unità Astronomica sottende un angolo di 1 secondo d'arco cioè 1/3600 di grado; 1 pc equivale a 3.26 anni luce} o 25.2 milioni di anni luce nella costellazione del Cefeo.

galassia, NGC 6946 ha un tasso di formazione stellare eccezionalmente alto, quindi classificato come a galassia starburst. Questo tipo di galassie è caratterizzato da alti tassi di formazione stellare dell'ordine di 10 – 100 M/anno che sono molto più alti rispetto alle normali galassie, ad esempio nella nostra galassia, la Via Lattea, il tasso di formazione stellare è di circa 1 – 5 M/anno (3) (M☉ è la massa solare, l'unità standard di massa in astronomia, 1 M☉ è pari a circa 2×1030 kg.).   

Sulla nostra scala temporale, le stelle sembrano immutabili, ma sulla scala temporale di miliardi di anni, le stelle seguono un corso di vita, nascono, invecchiano e infine muoiono. La vita di una stella inizia in una nebulosa (nube di polvere, idrogeno, elio e altri gas ionizzati) quando il collasso gravitazionale di una nube gigante dà origine a una protostella. Questo continua a crescere ulteriormente con l'accrescimento di gas e polvere fino a raggiungere la sua massa finale. La massa finale della stella determina il suo tempo di vita (minore è la massa, maggiore è la durata della vita) e ciò che accade alla stella durante la sua vita.  

Tutte le stelle traggono la loro energia dalla fusione nucleare. Il combustibile nucleare che brucia nel nucleo crea una forte pressione verso l'esterno a causa dell'elevata temperatura del nucleo. Questo bilancia la forza gravitazionale verso l'interno. L'equilibrio è disturbato quando il carburante nel nucleo si esaurisce. La temperatura scende, la pressione esterna diminuisce. Di conseguenza, la forza gravitazionale della compressione verso l'interno diventa dominante costringendo il nucleo a contrarsi e collassare. Ciò che una stella finisce per diventare dopo il collasso dipende dalla massa della stella.   

Nel caso delle stelle supermassicce, quando il nucleo collassa in un breve lasso di tempo, crea enormi onde d'urto. L'esplosione potente e luminosa è chiamata supernova. Questo evento astronomico transitorio si verifica durante l'ultimo stadio evolutivo di una stella supermassiccia. La galassia NGC 6946 è chiamata la Galassia dei fuochi d'artificio perché ha sperimentato 10 supernova osservate solo nel secolo scorso. In confronto, la Via Lattea ha in media solo una o due supernove al secolo. Pertanto, è previsto un buon numero di resti di supernova nella galassia NGC 6946. Il numero totale di candidati residui di supernova identificati in NGC 6946 è di circa 225 (4,5). Per le stelle più di 10 volte la massa del sole, i resti sarebbero buchi neri, gli oggetti più densi dell'universo.  

L'alto tasso di formazione stellare (starburst), l'alto tasso di eventi di supernova (fuochi d'artificio), la struttura a spirale e il fatto di essere posizionato di fronte a noi contraddistinguono questa galassia dando origine al suo aspetto spettacolare nelle immagini scattate dal telescopio Hubble . 

*** 

fonti  

  1. NASA 2021. Hubble vede un'abbagliante "galassia di fuochi d'artificio". Inserito l'08 gennaio 2021. Disponibile online su https://www.nasa.gov/image-feature/goddard/2021/hubble-views-a-dazzling-fireworks-galaxy/  Consultato il 10 gennaio 2021.  
  1. NASA 2015. Hubble rivela che l'universo osservabile contiene 10 volte più galassie di quanto si pensasse in precedenza. Disponibile online su https://www.nasa.gov/feature/goddard/2016/hubble-reveals-observable-universe-contains-10-times-more-galaxies-than-previously-thought Consultato il 10 gennaio 2021. 
  1. Muxlow TWB., 2020. Galassie Starburst. 8th European VLBI Network Symposium, Polonia 26-29 settembre 2020. Disponibile il https://arxiv.org/ftp/astro-ph/papers/0611/0611951.pdf Consultato il 10 gennaio 2021. 
  1. Long KS, Blair WP, et al 2020. La popolazione di resti di supernova di NGC 6946 osservata in [Fe ii] 1.644 μm con HST*. The Astrophysical Journal, Volume 899, Number 1. DOI: https://doi.org/10.3847/1538-4357/aba2e9 
  1. Radica MC, Welch DL e Rousseau-Nepton L., 2020. Una ricerca di echi di luce di supernova in NGC 6946 con SITELLE. Avvisi mensili della Royal Astronomical Society, Volume 497, Numero 3, settembre 2020, pagine 3297–3305, DOI: https://doi.org/10.1093/mnras/staa2006  

***

Umesh Prasad
Umesh Prasad
Caporedattore, Scientific European

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

La prima immagine in assoluto de L'ombra di un buco nero

Gli scienziati hanno scattato con successo la prima foto in assoluto del...

Studio Heinsberg: Determinato per la prima volta il tasso di mortalità per infezione (IFR) per COVID-19

Il tasso di mortalità per infezione (IFR) è un indicatore più affidabile...

Origine dei neutrini ad alta energia tracciata

Le origini del neutrino ad alta energia sono state tracciate per...
- Annuncio pubblicitario -
99,055FanMi Piace
64,265SeguaciSegui
6,169SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi