PUBBLICITA

Prima rilevazione diretta di una stella di neutroni formata nella supernova SN 1987A  

In uno studio riportato di recente, gli astronomi hanno osservato il resto della SN 1987A utilizzando Telescopio spaziale James Webb (JWST). I risultati hanno mostrato linee di emissione di argon ionizzato e altre specie chimiche fortemente ionizzate dal centro della nebulosa attorno a SN 1987A. L'osservazione di tali ioni significa la presenza di una stella di neutroni appena nata come sorgente di radiazione ad alta energia al centro della supernova rimanente.  

Le stelle nascono, invecchiano e infine muoiono con un'esplosione. Quando il combustibile si esaurisce e la fusione nucleare nel nucleo della stella cessa, la forza gravitazionale interna spinge il nucleo a contrarsi e collassare. Quando inizia il collasso, in pochi millisecondi, il nucleo viene compresso a tal punto che elettroni e protoni si combinano per formare neutroni e viene rilasciato un neutrino per ogni neutrone formato. In caso di stelle supermassicce,il nucleo collassa in un breve lasso di tempo con un'esplosione potente e luminosa chiamata supernova. L'esplosione di neutrini prodotta durante il collasso del nucleo fugge senza ostacoli nello spazio esterno a causa della sua natura non interattiva con la materia, davanti ai fotoni che rimangono intrappolati nel campo, e agisce come un faro o un avvertimento precoce di una possibile osservazione ottica di supernova esplosione presto 

SN1987A è stato l'ultimo evento di supernova osservato nel cielo australe nel febbraio 1987. È stato il primo evento di supernova visibile a occhio nudo dai tempi di Keplero nel 1604. Situato a 160 000 anni luce dalla Terra nella vicina Grande Nube di Magellano (una galassia satellite del Via Lattea), era una delle stelle in esplosione più luminose viste in più di 400 anni, che brillò con la potenza di 100 milioni di soli per diversi mesi e offrì un'opportunità unica di studiare le fasi prima, durante e dopo la morte di una stella.   

La SN 1987A era una supernova a collasso del nucleo. L'esplosione è stata accompagnata da un'emissione di neutrini che è stata rilevata da due rilevatori Cherenkov ad acqua, Kamiokande-II e dall'esperimento Irvine-MichiganBrookhaven (IMB) circa due ore prima dell'osservazione ottica. Ciò ha suggerito che un oggetto compatto (una stella di neutroni o buco nero) avrebbe dovuto formarsi dopo il collasso del nucleo, ma nessuna stella di neutroni successiva all'evento SN 1987A o qualsiasi altra recente esplosione di supernova è mai stata rilevata direttamente. Tuttavia, esistono prove indirette della presenza di una stella di neutroni nel residuo.   

In uno studio riportato di recente, gli astronomi hanno osservato il resto della SN 1987A utilizzando Telescopio spaziale James Webb (JWST). I risultati hanno mostrato linee di emissione di argon ionizzato e altre specie chimiche fortemente ionizzate dal centro della nebulosa attorno a SN 1987A. L'osservazione di tali ioni significa la presenza di una stella di neutroni appena nata come sorgente di radiazione ad alta energia al centro della supernova rimanente.  

Questa è la prima volta che vengono rilevati gli effetti dell'emissione di alta energia da parte della giovane stella di neutroni. 

*** 

Fonte:  

  1. Fransson C., et al 2024. Linee di emissione dovute alla radiazione ionizzante da un oggetto compatto nel resto della Supernova 1987A. SCIENZA. 22 febbraio 2024. Vol 383, numero 6685 pp. 898-903. DOI: https://doi.org/10.1126/science.adj5796  
  1. Università di Stoccolma. Notizie -Il telescopio James Webb rileva tracce di una stella di neutroni nell'iconica supernova. 22 febbraio 2024. Disponibile su https://www.su.se/english/news/james-webb-telescope-detects-traces-of-neutron-star-in-iconic-supernova-1.716820  
  1. ESA. News-Webb trova prove dell'esistenza di una stella di neutroni nel cuore di un giovane resto di supernova. Disponibile a  https://esawebb.org/news/weic2404/?lang   

*** 

Umesh Prasad
Umesh Prasad
Giornalista scientifico | Editore fondatore della rivista scientifica europea

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Tè verde contro caffè: il primo sembra più salutare

Secondo uno studio condotto tra gli anziani in Giappone,...

Imaging di molecole ad altissima risoluzione su scala Ångström

Sviluppata microscopia con la più alta risoluzione (livello Angstrom) che potrebbe...

Una grande libreria virtuale per aiutare la scoperta e la progettazione rapida di farmaci

I ricercatori hanno creato una grande libreria di docking virtuale che...
- Annuncio pubblicitario -
94,519FanCome
47,682SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi