PUBBLICITA

Studio sugli esopianeti: i pianeti di TRAPPIST-1 sono simili per densità

SCIENZEASTRONOMIA E SCIENZE SPAZIALIStudio sugli esopianeti: i pianeti di TRAPPIST-1 sono simili per densità

Uno studio recente ha rivelato che tutti i sette esopianeti nel sistema stellare di TRAPPIST-1 hanno densità simili e simili alla Terra composizione.Questo è significativo perché costruisce la base di conoscenza per un modello di comprensione di esopianeti simili alla Terra al di fuori del sistema solare.  

Le stelle nelle galassie hanno sistemi stellari che comprendono principalmente i loro pianeti e satelliti. Ad esempio, il nostro sistema stellare domestico, vale a dire. Il sistema solare ha nove pianeti (di varie densità, dimensioni e composizioni) e i loro satelliti. Mercurio, Venere, Terra e Marte, i quattro pianeti vicini al Sole hanno superfici rocciose, quindi sono indicati come pianeti terrestri. Giove, Saturno, Urano, Nettuno, invece, sono fatti di gas. Il pianeta Terra nel sistema stellare del Sole è unico nel sostenere la vita.  

La ricerca di mondi abitabili oltre la Terra significa ricerca di pianeti abitabili nei sistemi stellari di altre stelle. Potrebbero esserci trilioni di pianeti al di fuori del sistema solare. Tali pianeti sono chiamati esopianeti. Qualcuno degli innumerevoli esopianeti supporta la vita? Qualsiasi esopianeta di questo tipo può essere solo terrestre con una superficie rocciosa dura come la Terra. Lo studio degli esopianeti terrestri, quindi, è un'area di studio molto interessante. La comunità degli esopianeti è una comunità di ricerca attiva alla ricerca di identificare potenziali mondi portatori di vita nelle stelle al di fuori del sistema solare.  

La stella nana TRAPPIST-1 è stata scoperta nel 1999. Questa stella ultra-fredda si trova a una distanza di 40 anni luce. Nel 2016, tre esopianeti sono stati segnalati nel sistema stellare di questa stella che è stato rivisto a sette successivamente nel 2017. Si pensa che tre degli esopianeti si trovino in una zona abitabile (1) .  

La conoscenza di questi esopianeti nel sistema stellare di TRAPPIST-1 è in continua crescita. Gli studi precedenti avevano rivelato che questi pianeti hanno all'incirca le dimensioni e la massa della Terra. Ciò significa che questi pianeti hanno superfici rocciose, quindi pianeti terrestri simili alla Terra. E questi sono localizzati da vicino in orbite in prossimità della stella. L'ultima scoperta riportata è che tutti i pianeti hanno densità simili e sono fatti di materiali simili.  

Utilizzando telescopi spaziali e terrestri, gli scienziati hanno misurato con precisione i tempi di transito (il tempo impiegato dai pianeti per far transitare la stella misurato indirettamente dai cali di luminosità della stella quando i pianeti si incrociano davanti ad essa) che ha permesso loro di affinare i rapporti di massa dei pianeti rispetto alla stella. Successivamente, hanno effettuato analisi fotodinamiche e derivato le densità della stella e dei pianeti. Ciò ha rivelato che tutti e sette gli esopianeti hanno densità simili e composizione simile alla Terra, probabilmente a causa di un contenuto di ferro leggermente inferiore rispetto alla Terra (2,3).  

Questo ultimo sviluppo nella comprensione della densità e della composizione di pianeti nel sistema stellare di TRAPPIST-1 è significativo perché costruisce la base di conoscenza per un modello di comprensione degli esopianeti simili alla Terra al di fuori del sistema solare.  

*** 

Fonte:  

  1. NASA 2017. Notizie – Il telescopio della NASA rivela il più grande lotto di pianeti delle dimensioni della Terra, con zone abitabili attorno a una singola stella. Pubblicato il 21 febbraio 2017. Disponibile online su https://exoplanets.nasa.gov/news/1419/nasa-telescope-reveals-largest-batch-of-earth-size-habitable-zone-planets-around-single-star/ Consultato il 25 gennaio 2021.  
  1. NASA 2021. JPL News – EXOPLANETS -I 7 pianeti rocciosi TRAPPIST-1 potrebbero essere fatti di cose simili. Inserito il 22 gennaio 2021. https://www.jpl.nasa.gov/news/the-7-rocky-trappist-1-planets-may-be-made-of-similar-stuff/  
  1. Agol E., Dorn C., et al 2021. Raffinare il tempo di transito e l'analisi fotometrica di TRAPPIST-1: masse, raggi, densità, dinamica ed effemeridi. The Planetary Science Journal, Volume 2, Number 1. Pubblicato il 2021 gennaio 22. DOI: https://doi.org/10.3847/PSJ/abd022  

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

James Webb Space Telescope (JWST): il primo osservatorio spaziale dedicato allo studio di...

Il James Webb Space Telescope (JWST) sarà specializzato esclusivamente in...

Vaccini anti-malaria: la nuova tecnologia dei vaccini a DNA scoperta influenzerà il corso futuro?

Lo sviluppo di un vaccino contro la malaria è stato tra i più grandi...

Genetica di COVID-19: perché alcune persone sviluppano sintomi gravi

È noto che l'età avanzata e le comorbidità sono elevate...
- Annuncio pubblicitario -
98,967FanMi Piace
64,252SeguaciSegui
6,170SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi