PUBBLICITA

"Trasferimento della memoria" da un organismo all'altro è una possibilità?

SCIENZEBIOLOGIA"Trasferimento della memoria" da un organismo all'altro è una possibilità?

Un nuovo studio mostra che potrebbe essere possibile trasferire la memoria tra organismi trasferendo l'RNA da un organismo addestrato a uno non addestrato

L'RNA o acido ribonucleico è il "messaggero" cellulare che codifica per le proteine ​​e trasporta le istruzioni del DNA ad altre parti della cellula. Hanno dimostrato di essere coinvolti nel lungo termine memoria nelle lumache, nei topi, ecc. Agiscono anche sui tag chimici nel DNA e quindi controllano l'accensione e lo spegnimento dei geni. Questi RNA svolgono molte funzioni tra cui la regolazione di vari processi all'interno della cellula che sono cruciali per lo sviluppo e nelle malattie.

Gli RNA detengono la chiave

È ben stabilito nelle neuroscienze che la memoria a lungo termine è immagazzinata all'interno delle connessioni tra le cellule cerebrali (le connessioni sono chiamate sinapsi) e ogni neurone nel nostro cervello ha numerose sinapsi. In uno studio pubblicato su eNeuro, i ricercatori suggeriscono che l'immagazzinamento della memoria potrebbe comportare un cambiamento nell'espressione genica indotta da acidi ribonucleici (RNA) non codificanti e che la memoria potrebbe essere immagazzinata nel nucleo dei neuroni con questi RNA in possesso della chiave. I ricercatori affermano di avere una "memoria trasferita" tra due lumache di mare, una delle quali era un organismo addestrato e l'altra non addestrata utilizzando il potere di tali RNA. Questa svolta guidata da David Glanzman dell'Università della California a Los Angeles può darci maggiori informazioni su dove è archiviata la memoria e qual è la base sottostante. La lumaca marina (Aplysia californica) è stata scelta appositamente per lo studio in quanto considerata un modello brillante per analizzare la memoria e il cervello. Inoltre, sono disponibili molte informazioni sulla forma più semplicistica di "apprendimento" praticata da questo organismo, ovvero la creazione di ricordi a lungo termine. Queste lumache lunghe cinque pollici hanno neuroni grandi con cui è relativamente facile lavorare. E la maggior parte dei processi nelle cellule e nelle molecole sono simili tra le lumache marine e gli esseri umani. È interessante notare che le lumache hanno solo circa 20000 neuroni rispetto a più di 100 miliardi nell'uomo!

“Trasferimento di memoria” nelle lumache?

I ricercatori hanno iniziato i loro esperimenti prima "addestrando" le lumache. Queste lumache hanno ricevuto cinque leggere scosse elettriche alla coda dopo un intervallo di 20 minuti e poi, dopo un giorno, hanno ricevuto di nuovo cinque di queste scosse. Questi shock hanno fatto sì che le lumache mostrassero un sintomo di astinenza previsto per difendersi - un'azione per proteggersi da qualsiasi danno imminente principalmente perché questi shock hanno aumentato l'eccitabilità dei neuroni sensoriali nel cervello. Quindi, anche se le lumache, che avevano ricevuto le scosse, sono state picchiate, hanno mostrato questo riflesso di difesa involontario che è durato in media 50 secondi. Questo è indicato come "sensibilizzazione" o un tipo di apprendimento. In confronto, le lumache che non avevano ricevuto le scosse si sono contratte per un breve periodo di circa un secondo quando sono state toccate. I ricercatori hanno estratto gli RNA dal sistema nervoso (cellule cerebrali) del gruppo di "lumache addestrate" (che avevano ricevuto gli shock e quindi erano state sensibilizzate) e li hanno iniettati in un gruppo di controllo di "lumache non addestrate" - che non avevano ricevuto gli shock. La formazione si riferisce fondamentalmente all'"acquisizione di esperienza". I ricercatori hanno preso le cellule cerebrali di lumache addestrate e le hanno coltivate in laboratorio che hanno poi usato per bagnare i neuroni non addestrati di lumache non addestrate. L'RNA di una lumaca marina addestrata è stato utilizzato per creare un "engram" - una memoria artificiale - all'interno di un organismo non addestrato della stessa specie. Ciò ha creato una risposta sensibilizzata della durata media di 40 secondi in lumache non addestrate, nonché se avessero ricevuto loro stessi gli shock e fossero state addestrate. Questi risultati suggeriscono un possibile "trasferimento di memoria" da organismi non addestrati a organismi addestrati e indicano che gli RNA potrebbero essere utilizzati per modificare la memoria in un organismo. Questo studio chiarisce la nostra comprensione di quanto siano coinvolti gli RNA nella formazione e conservazione della memoria e potrebbero non essere solo i "messaggeri" come li conosciamo.

Implicazioni sulle neuroscienze

Per continuare su questo lavoro, i ricercatori vorrebbero identificare gli esatti RNA che possono essere usati per "trasferimento di memoria'. Questo lavoro apre anche la possibilità di replicare esperimenti simili in altri organismi, inclusi gli esseri umani. Il lavoro è visto con scetticismo da molti specialisti e non viene etichettato come un vero e proprio "trasferimento di memoria personale". I ricercatori sottolineano che i loro risultati potrebbero essere stati rilevanti per un tipo specifico di memoria e non per la memoria "personalizzata" in generale. La mente umana è ancora un mistero enigmatico per i neuroscienziati poiché si sa molto poco ed è molto impegnativo cercare di capire di più su come funziona. Tuttavia, se questo studio supporta la nostra comprensione e funziona anche negli esseri umani, questo potrebbe portarci forse a "ridurre il dolore dei ricordi tristi" o persino a ripristinare o risvegliare i ricordi, il che suona completamente inverosimile alla maggior parte dei neuroscienziati. Potrebbe essere più utile nella malattia di Alzheimer o nel disturbo da stress post-traumatico.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Bédécarrats A 2018. L'RNA di Aplysia addestrata può indurre un engramma epigenetico per la sensibilizzazione a lungo termine in Aplysia non addestrata. ENEURO.
https://doi.org/10.1523/ENEURO.0038-18.2018

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Carie dentale: un nuovo riempimento antibatterico che previene il ripetersi

Gli scienziati hanno incorporato un nanomateriale con proprietà antibatteriche in...

Consumo di alimenti altamente trasformati e salute: nuove prove dalla ricerca

Due studi forniscono prove che associano un consumo elevato di...

Il giroscopio ottico più piccolo

Gli ingegneri hanno costruito il giroscopio fotosensibile più piccolo del mondo che...
- Annuncio pubblicitario -
99,031FanMi Piace
64,260SeguaciSegui
6,168SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi