PUBBLICITA

Levigare le rughe "dentro" le nostre cellule: un passo avanti per l'anti-età

SCIENZEBIOLOGIALevigare le rughe "dentro" le nostre cellule: un passo avanti per l'anti-età

Un nuovo studio rivoluzionario ha mostrato come potremmo ripristinare la funzionalità delle nostre cellule e affrontare gli effetti indesiderati dell'invecchiamento

L'invecchiamento è un processo naturale e inevitabile perché nessun essere vivente ne è immune. L'invecchiamento è uno dei più grandi misteri per l'umanità che deve ancora essere compreso appieno. Scienziati di tutto il mondo stanno facendo ricerche sull'invecchiamento, ad esempio perché abbiamo le rughe sui nostri volti o perché diventiamo più deboli, fragili e più inclini a disturbi medici quando invecchiamo. Questa è un'area di ricerca molto affascinante perché il processo di invecchiamento incuriosisce ogni essere umano ed è argomento di dibattito per molti. Si è sempre creduto che per essere in grado di scongiurare l'invecchiamento dobbiamo rimanere fisicamente attivi, mantenere il nostro peso corporeo, ecc. Ma anche le persone che conducono stili di vita molto sani sono inclini alle disfunzioni cellulari che fanno parte di un processo naturale come l'invecchiamento. Per essere in grado di comprendere l'invecchiamento, la ricerca deve concentrarsi sulla scoperta dei meccanismi molecolari coinvolti nel processo di invecchiamento umano. Dopo aver acquisito conoscenze migliori, è possibile progettare terapie più efficienti per aiutarci a invecchiare meglio.

Capire il gene "spegnere"

Ogni cellula del nostro corpo esprime dei geni. In altre parole, alcuni geni sono "accesi" e gli altri "disattivati". A un certo punto vengono attivati ​​solo geni molto specifici. Questo importante processo chiamato regolazione genica fa parte del normale sviluppo. I geni che vengono spenti sono posti contro il nucleare membrana (che racchiude il nucleo della cellula). Con l'avanzare dell'età, le nostre membrane nucleari diventano bitorzolute e irregolari, quindi lo "spegnimento" dei geni ne risente. Lo studio dice che la posizione del nostro DNA all'interno del nucleo della cellula è molto importante. Anche se abbiamo lo stesso DNA in ogni singola cellula, ma ogni cellula è diversa. Quindi, alcuni geni devono essere attivati ​​in un organo, diciamo il fegato, ma devono essere spenti in un altro organo e viceversa. E se questa disattivazione non viene eseguita correttamente, può diventare un problema. Questo è il motivo per cui la regolazione genica è molto critica per il normale sviluppo.

Niente riesce come il successo!

Il nuovo studio pubblicato su Cella invecchiante dai ricercatori di Facoltà di Medicina dell'Università della Virginia, USA, afferma che gli effetti indesiderati dell'invecchiamento possono essere il risultato del fatto che il nucleo della nostra cellula (che contiene il nostro DNA) diventa "rugoso". E questi rughe, affermano i ricercatori, impedisce ai nostri geni di funzionare correttamente, ovvero impedisce l'attivazione e la disattivazione dei geni richiesti in modo accurato. I ricercatori hanno esaminato specificamente un modello di malattia del fegato grasso e hanno scoperto che il nostro fegato si riempie di grasso con l'avanzare dell'età a causa delle membrane nucleari rugose che non funzionano più correttamente. Questo malfunzionamento può portare al rilascio di DNA da un gene che in realtà doveva essere "spento". E questo a volte diventa una "sovraespressione" dove non dovrebbe esserci, ad esempio si verifica una funzionalità anormale. Questo alla fine fa sì che la normale piccola cellula del fegato diventi invece una cellula grassa del fegato. Questo accumulo di grasso all'interno del fegato è grave Salute rischi compreso il rischio di tipo 2 diabete, cuore malattia e persino la morte.

Protezione contro gli effetti indesiderati dell'invecchiamento

I ricercatori hanno scoperto che la causa della formazione di rughe della membrana nucleare è la mancanza di una sostanza chiamata lamina (con l'età) che è cruciale per il funzionamento cellulare. Una volta che la lamina, una proteina cellulare che si presenta in molte forme, è stata reintegrata nelle cellule, le membrane potrebbero essere levigate e le cellule funzionerebbero come se fossero di nuovo giovani. Rimane ancora complicato come consegnare carichi di lamin a cellule specificamente mirate all'interno, cioè quelle con le membrane rugose. I ricercatori hanno pensato di utilizzare virus ingegnerizzati su misura per eseguire questa consegna. L'utilizzo di tali modalità di meccanismo che utilizzano i virus sta diventando un'area di ricerca molto interessante poiché i virus vengono utilizzati con successo per svolgere compiti specializzati nel corpo, ad esempio uccidere le cellule tumorali oi batteri resistenti agli antibiotici. In particolare, il fegato è stato un obiettivo efficace per i metodi di somministrazione di virus ingegnerizzati. Uno studio aveva dimostrato la capacità dei virus di fornire proteine ​​che regolano i geni direttamente nel fegato per aiutare a riparare i danni per i pazienti affetti da fibrosi epatica. Nello studio attuale, una volta che la lamina è stata consegnata con successo, le cellule si comporteranno come normali cellule sane perché le cose che non hanno bisogno di essere lì verranno rimosse.

Il tema dell'invecchiamento ha rilevanza sociale

Il tema dell'invecchiamento è una delle questioni chiave sollevate dagli individui e dalla società e ha un impatto su tutti i dati demografici. Questa nuova scoperta dovrebbe essere applicabile nella cura o prevenzione del diabete, della steatosi epatica e di altre malattie metaboliche in cui l'età è un fattore di rischio. Inoltre, è possibile che l'increspatura della membrana nucleare possa essere responsabile di effetti indesiderati non solo nel fegato (come mostrato nello studio attuale) ma universalmente anche in altre parti del corpo. Esempio in molte malattie legate all'età che colpiscono altri organi, l'aspetto delle membrane rugose potrebbe essere un fattore importante. Potrebbe essere possibile riportare indietro l'orologio sull'invecchiamento del corpo tenendo conto della comprensione acquisita in questo studio su come le cellule del nostro corpo si degradano con l'età. Questo studio è stato condotto a un livello ipotetico molto precoce, ma ha certamente enormi implicazioni su varie malattie. I ricercatori menzionano persino una crema "antirughe" per le nostre cellule che si trovano all'interno, simili a creme al retinolo che sono comunemente usate per levigare le rughe sul nostro viso. Questa sembra essere una svolta rivoluzionaria in anti-invecchiamento. La ricerca sull'invecchiamento ha il potenziale per avere un impatto sulla vita. Il tema dell'invecchiamento è multidisciplinare ed è rilevante non solo per le scienze della vita, ma anche per i ricercatori economici, gli psicologi e gli scienziati sociali

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Whitton H et al 2018. I cambiamenti nella lamina nucleare alterano il legame del fattore pioniere Foxa2 nel fegato invecchiato. Cella invecchiante. 17 (3). https://doi.org/10.1111/acel.12742

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

La massa dei neutrini è inferiore a 0.8 eV

L'esperimento KATRIN incaricato di pesare i neutrini ha annunciato un...

I nematodi sono rianimati dopo essere stati congelati nel ghiaccio per 42,000 anni

Per la prima volta i nematodi di organismi multicellulari dormienti sono stati...

Iboxamicina (IBX): un antibiotico sintetico ad ampio spettro per affrontare la resistenza antimicrobica (AMR)

Sviluppo di batteri multiresistenza ai farmaci (MDR) in passato...
- Annuncio pubblicitario -
99,031FanMi Piace
64,260SeguaciSegui
6,168SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi