PUBBLICITA

Psittacosi in Europa: un insolito aumento dei casi di Chlamydophila psittaci 

Nel febbraio 2024, cinque paesi dell'OMS europeo (Austria, Danimarca, Germania, Svezia e Paesi Bassi) hanno segnalato un aumento insolito dei casi di psittacosi nel 2023 e all’inizio del 2024, particolarmente marcato da novembre-dicembre 2023. Sono stati segnalati anche cinque decessi. Nella maggior parte dei casi è stata segnalata l'esposizione ad uccelli selvatici e/o domestici.  

La psittacosi è a infezione respiratoria causata da Chlamydophila psittaci (C. psittaci), il batterio che spesso infetta gli uccelli. Le infezioni umane si verificano principalmente attraverso il contatto con le secrezioni di uccelli infetti e sono per lo più associate a coloro che lavorano con uccelli da compagnia, lavoratori del pollame, veterinari, proprietari di uccelli da compagnia e giardinieri nelle aree in cui C. psittaci è epizootica nella popolazione di uccelli autoctoni. La trasmissione della malattia all’uomo avviene principalmente attraverso l’inalazione di particelle sospese nell’aria provenienti da secrezioni respiratorie, feci essiccate o polvere di piume. Non è necessario il contatto diretto con gli uccelli perché si verifichi l’infezione. 

In generale, la psittacosi è una malattia lieve, con sintomi quali febbre e brividi, mal di testa, dolori muscolari e tosse secca. Segni e sintomi di solito si sviluppano entro 5-14 giorni dall'esposizione ai batteri.  

Il tempestivo trattamento antibiotico è efficace e consente di evitare complicazioni come la polmonite. Con un trattamento antibiotico appropriato, la psittacosi raramente (meno di 1 caso su 100) provoca la morte. 

La psittacosi umana è una malattia soggetta a denuncia nei paesi colpiti Europa. Sono state implementate indagini epidemiologiche per identificare la potenziale esposizione e i cluster di casi. I sistemi di sorveglianza nazionale stanno monitorando da vicino la situazione, comprese le analisi di laboratorio dei campioni di uccelli selvatici sottoposti ai test per l'influenza aviaria per verificare la prevalenza di C. psittaci tra gli uccelli selvatici. 

Nel complesso, cinque paesi nell'OMS europeo regione ha segnalato un aumento insolito e inaspettato delle segnalazioni di casi di C. psittaci. Alcuni dei casi segnalati hanno sviluppato polmonite e hanno comportato il ricovero in ospedale, e sono stati segnalati anche casi fatali. 

La Svezia ha segnalato un aumento generale dei casi di psittacosi dal 2017, che potrebbe essere associato al maggiore utilizzo di pannelli più sensibili per la reazione a catena della polimerasi (PCR). L’aumento dei casi di psittacosi segnalati in tutti i paesi richiede ulteriori indagini per determinare se si tratta di un aumento reale dei casi o di un aumento dovuto a tecniche diagnostiche o di sorveglianza più sensibili. 

Attualmente non vi è alcuna indicazione che questa malattia venga diffusa dagli esseri umani a livello nazionale o internazionale. Generalmente, le persone non diffondono il batterio che causa la psittacosi ad altre persone, quindi c’è una bassa probabilità di ulteriore trasmissione della malattia da uomo a uomo.  

Se diagnosticato correttamente, questo agente patogeno è curabile con gli antibiotici. 

L’OMS raccomanda le seguenti misure per la prevenzione e il controllo della psittacosi: 

  • sensibilizzare i medici a testare i casi sospetti di C. psittaci per la diagnosi utilizzando RT-PCR. 
  • aumentando la consapevolezza tra i proprietari di uccelli in gabbia o domestici, in particolare gli psittacidi, che l’agente patogeno può essere trasportato senza che si manifesti una malattia. 
  • mettere in quarantena gli uccelli appena acquisiti. Se qualche uccello è malato, contatta il veterinario per un esame e un trattamento. 
  • condurre la sorveglianza di C. psittaci negli uccelli selvatici, includendo potenzialmente esemplari esistenti raccolti per altri motivi. 
  • incoraggiare le persone con uccelli domestici a mantenere le gabbie pulite, posizionare le gabbie in modo che gli escrementi non possano diffondersi tra loro ed evitare gabbie sovraffollate. 
  • promuovere una buona igiene, compreso il lavaggio frequente delle mani, quando si maneggiano gli uccelli, le loro feci e i loro ambienti. 
  • per i pazienti ospedalizzati dovrebbero essere implementate pratiche standard di controllo delle infezioni e precauzioni per la trasmissione di goccioline. 

*** 

Riferimento:  

Organizzazione Mondiale della Sanità (5 marzo 2024). Notizie sull'epidemia di malattie; Psittacosi – europeo regione. Disponibile a: https://www.who.int/emergencies/disease-outbreak-news/item/2024-DON509 

*** 

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Il virus Novel Langya (LayV) identificato in Cina  

Due henipavirus, il virus Hendra (HeV) e il virus Nipah...

Nuovo intervento anti-età per rallentare l'invecchiamento motorio e prolungare la longevità

Lo studio mette in evidenza i geni chiave che possono prevenire il...

Vaccino DNA contro SARS-COV-2: un breve aggiornamento

È stato scoperto che un vaccino a DNA plasmidico contro SARS-CoV-2...
- Annuncio pubblicitario -
94,080FanCome
47,562SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi