PUBBLICITA

HIV/AIDS: il vaccino mRNA mostra risultati promettenti nella sperimentazione preclinica  

Sviluppo di successo di vaccini mRNA, BNT162b2 (di Pfizer/BioNTech) e mRNA-1273 (di Moderna) contro il nuovo coronavirus SARS CoV-2 e ruolo importante che questi vaccini hanno svolto recentemente nell’immunizzazione di massa delle persone contro la pandemia di COVID-19 in diversi paesi ha stabilito RNA tecnologia e sta inaugurando una nuova era nella medicina e nella somministrazione di farmaci. La sua applicazione nello sviluppo di vaccini contro altre malattie e di terapie per diverse malattie, incluso il cancro, ha già iniziato a mostrare i primi risultati. Recentemente, scienziati francesi hanno presentato una prova di concetto per il trattamento della malattia di Charcot-Marie-Tooth, la malattia neurologica ereditaria più comune che causa la paralisi progressiva delle gambe. Nel campo dello sviluppo di vaccini, si ritiene che il candidato vaccino a mRNA contro l’HIV/AIDS abbia mostrato risultati promettenti inclinico sperimentazione sugli animali. Il romanzo mRNAIl vaccino anti-HIV si è rivelato sicuro e ha ridotto il rischio di infezione simil-HIV nelle scimmie, aprendo così la strada agli studi clinici di fase 1. Sulla base di ciò, a clinico è iniziato lo studio sponsorizzato dal NIAID. Un altro studio clinico sponsorizzato dall'International AIDS Vaccine Initiative (IAVI) basato su Moderna mRNA basato su una piattaforma sta valutando gli antigeni del vaccino contro l’HIV  

Sono trascorsi più di 40 anni dal primo rapporto di HIV/AIDS nel 1981. Nonostante i lunghi sforzi concertati della comunità scientifica e medica mondiale, un vaccino sicuro ed efficace contro l'HIV/AIDS non è stato finora possibile a causa di diverse sfide tra cui la notevole variabilità antigenica della proteina dell'involucro (Env), il configurazione degli epitopi conservati e autoreattività degli anticorpi. Sono stati provati diversi approcci, tuttavia i risultati sono stati insoddisfacenti. Solo una sperimentazione umana potrebbe offrire un basso livello di protezione (~30%).  

Successo di mRNA vaccini contro la SARS CoV-2 hanno aperto la possibilità di svilupparli mRNA vaccini basati sulla tecnologia per altri virus patogeni come i virus dell’immunodeficienza umana (HIV) responsabile dell'AIDS. I ricercatori del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) del NIH hanno recentemente segnalato lo sviluppo di un nuovo mRNA HIV vaccino che ha mostrato promesse preclinico sperimentazioni sugli animali.   

Il gruppo di ricerca NIAID ha utilizzato mRNA per l’espressione di due proteine ​​virali – HIV-1 proteina dell'involucro (Env) e proteina gag del virus dell'immunodeficienza scimmiesca (SIV). Iniezione di mRNA nel muscolo per l'espressione di queste due proteine ​​hanno generato particelle simili a virus (VLP) che erano in grado di indurre una risposta immunitaria simile all'infezione naturale. Anticorpi si formarono cellule che potevano neutralizzare e ridurre il rischio di infezione (le VLP non potevano causare infezioni a causa della mancanza del genoma di HIV). La vaccinazione con entrambi gli mRNA env e gag ha prodotto risultati migliori. Gli animali vaccinati avevano un rischio di infezione inferiore del 79% rispetto agli animali non vaccinati. I dati sulla sicurezza e sull'efficacia sugli animali suggeriscono un approccio promettente per lo sviluppo di mRNA vaccino contro HIV.  

Incoraggiati dai risultati, la fase 1 clinico (NCT05217641) è stato sponsorizzato dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), che sta attualmente reclutando partecipanti.  

Un altro clinico studio (NCT05001373) sponsorizzato dall'International AIDS Vaccine Initiative (IAVI) basato sul vaccino di Moderna mRNA sta valutando gli antigeni del vaccino contro l'HIV originariamente sviluppati come proteine ​​presso Scripps Research e il Neutralizing Antibody Center (NAC) di IAVI. Questo gruppo di ricerca aveva precedentemente dimostrato che "una versione adiuvata a base di proteine ​​dell'immunogeno priming (eOD-GT8 60mer) ha indotto la risposta desiderata delle cellule B nel 97% dei riceventi". 

A seconda dei risultati soddisfacenti di sicurezza ed efficacia del clinico prove, Vaccini a mRNA contro l’HIV/AIDS potrebbero diventare disponibili nel prossimo futuro.  

*** 

Riferimenti:  

  1. Zhang, P., Narayanan, E., Liu, Q. et al. Un VLP env-gag multiclade mRNA il vaccino suscita il livello 2 HIV-1-anticorpi neutralizzanti e riduce il rischio di infezione eterologa da SHIV nei macachi. Nat Med 27, 2234–2245 (2021). https://doi.org/10.1038/s41591-021-01574-5 
  1. Uno studio clinico per valutare la sicurezza e l'immunogenicità dei vaccini mRNA del trimero HIV BG505 MD39.3, BG505 MD39.3 gp151 e BG505 MD39.3 gp151 CD4KO HIV Trimero in soggetti sani, HIV-Partecipanti adulti non infetti – Identificativo ClinicalTrials.gov: NCT05217641 Sponsor: Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive (NIAID). Disponibile a https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT05217641?cond=NCT05217641&draw=2&rank=1  
  1. IAVI – Comunicati stampa – IAVI e Moderna lanciano la sperimentazione degli antigeni del vaccino contro l'HIV somministrati mRNA tecnologia. Pubblicato il 27 gennaio 2022. Disponibile su https://www.iavi.org/news-resources/press-releases/2022/iavi-and-moderna-launch-trial-of-mrna-hiv-vaccine-antigens  
  1. Uno studio di fase 1 per valutare la sicurezza e l'immunogenicità del vaccino eOD-GT8 60mer mRNA (mRNA-1644) e il vaccino mRNA Core-g28v2 60mer (mRNA-1644v2-Core). Identificatore ClinicalTrials.gov: NCT05001373. Sponsor: Iniziativa internazionale per il vaccino contro l’AIDS. Disponibile a https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT05001373?cond=NCT05001373&draw=2&rank=1  

*** 

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Crisi ucraina: minaccia di radiazioni nucleari  

Incendio nella centrale nucleare di Zaporizhzhia (ZNPP)...

Nuova terapia farmacologica per curare la sordità

I ricercatori hanno trattato con successo la perdita dell'udito ereditaria nei topi...

LZTFL1: identificato un gene COVID-19 ad alto rischio comune ai sud-asiatici

L'espressione di LZTFL1 provoca alti livelli di TMPRSS2, inibendo...
- Annuncio pubblicitario -
94,373FanCome
47,651SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi