PUBBLICITA

Cefiderocol: un nuovo antibiotico per il trattamento delle infezioni complesse e avanzate del tratto urinario

MEDICINACefiderocol: un nuovo antibiotico per il trattamento delle infezioni complesse e avanzate del tratto urinario

Un antibiotico appena scoperto segue un meccanismo unico nella lotta ai batteri resistenti ai farmaci responsabili delle infezioni delle vie urinarie.

Antibiotico la resistenza è una grave minaccia globale per l'assistenza sanitaria. La resistenza agli antibiotici si verifica quando i batteri si modificano in qualche modo che poi riduce o rimuove completamente l'efficacia di un farmaco antibiotico originariamente sviluppato e progettato per prevenire o curare le infezioni causate da questo batterio. I batteri "cambiati" sopravvivono e continuano a crescere/moltiplicarsi e gli stessi farmaci ora diventano inefficaci su di loro. Molti antibiotici esistenti non sono più in grado di combattere la maggior parte delle infezioni batteriche dopo aver sviluppato un'elevata resistenza nei loro confronti. Con il tempo molti diversi ceppi di batteri sono diventati o stanno diventando resistenti agli antibiotici. L'abuso e l'abuso incontrollato di antibiotici hanno ulteriormente aggravato questo problema. Pochi nuovi antibiotici che sono stati resi disponibili negli ultimi anni o quelli che sono attualmente in fase di sperimentazione si basano su meccanismi esistenti per uccidere i batteri, indicando chiaramente che la maggior parte dei batteri potrebbe già essere resistente a loro. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha etichettato i batteri gram-negativi come Pseudomonas aeruginosa, Acinetobacter baumannii e Enterobacteriaceae - ceppi resistenti ai carbapenemi - come responsabili di infezioni difficili da trattare nell'assistenza clinica e sono nella categoria di resistenza più alta e sono i più difficili da trattare. Per tali ceppi batterici non sono disponibili antibiotici alternativi e quelli disponibili hanno effetti collaterali gravi e drastici. C'è un urgente bisogno di nuove strategie e nuovi antibiotici che avranno modalità d'azione uniche.

Un nuovo antibiotico

È stato scoperto un nuovo antibiotico molto efficace nel trattamento di trattamenti complessi e avanzati infezioni del tratto urinario (UTI) che sono causati da molti batteri gram-negativi resistenti a più farmaci. Questo studio, uno studio clinico randomizzato di fase II, è stato condotto da ricercatori di una società farmaceutica Shionogi Inc in Giappone ed è stato pubblicato in Le malattie infettive della lancetta. Il farmaco antibiotico chiamato cefiderocol è un farmaco a base di sideroforo che può eliminare livelli più elevati di batteri "ostinati" (agente patogeno) ed è visto non solo molto simile agli antibiotici standard utilizzati clinicamente chiamati imipenem-cilastatina, ma il nuovo farmaco supera i suoi effetti.

Lo studio è stato condotto con 448 adulti ricoverati in ospedale a causa di un complicato ICU infezione o infiammazione renale dovuta a una grave infezione batterica. La maggior parte dei pazienti è stata infettata da batteri E. coli, klebsiella e altri batteri del gruppo gram-negativi che sono fortemente resistenti a molti farmaci antibiotici standard. 300 adulti hanno ricevuto tre dosi giornaliere di cefiderocol e 148 adulti hanno ricevuto il trattamento standard di imipenem-cilastatina per un totale di 14 giorni. Questo nuovo farmaco è davvero unico nel suo approccio per combattere la resistenza agli antibiotici utilizzata dai gram-negativi batteri rispetto a tutte le terapie finora conosciute. Prende di mira i tre principali meccanismi (o barriere) utilizzati dai batteri per causare in primo luogo una forte resistenza agli antibiotici. Il farmaco riesce a bypassare tutti i meccanismi di difesa dei batteri. Le barriere sono in primo luogo due membrane esterne dei batteri che creano difficoltà agli antibiotici per infiltrarsi nella cellula batterica. In secondo luogo, i canali porinici che si acclimatano facilmente bloccando l'ingresso degli antibiotici e, in terzo luogo, la pompa di efflusso dei batteri che espelle l'antibiotico dalla cellula batterica rendendo inefficace il farmaco antibiotico.

Un meccanismo intelligente

Quando si verifica un'infezione batterica nel nostro corpo, il nostro sistema immunitario risponde creando un ambiente a basso contenuto di ferro che può quindi ostacolare la capacità dei batteri di crescere. I batteri sono anche intelligenti, ad esempio E Coli., poiché rispondono raccogliendo più ferro possibile. Questo farmaco antibiotico appena scoperto utilizza un meccanismo unico per entrare nei batteri sfruttando questo meccanismo proprio dei batteri che cercano di acquisire ferro per sopravvivere. In primo luogo, il farmaco si lega al ferro e viene trasportato in modo intelligente attraverso la membrana esterna dei canali di trasporto del ferro dei batteri nelle cellule dove può quindi distruggere e distruggere il batterio. Questi canali di trasporto del ferro consentono inoltre al farmaco di bypassare i canali porinici dei batteri che contrastano il secondo meccanismo di barriera dei batteri. Questo scenario aiuta il farmaco a ottenere accessi ripetuti anche in presenza di pompe di efflusso.

Gli effetti avversi di questo nuovo farmaco cefiderocol erano simili alle precedenti terapie ei sintomi più comuni erano nausea, diarrea, costipazione e dolore addominale. Il farmaco si è rivelato efficace, sicuro e ben tollerato soprattutto nei pazienti più anziani che erano multiresistenti e presentavano gravi infezioni del tratto urinario o dei reni. Cefiderocol è risultato efficace quanto l'antibiotico standard, ma pur mostrando un'attività antibatterica sostenuta e superiore. Sono in corso ulteriori studi clinici per valutare questo nuovo farmaco in pazienti affetti da polmonite acquisita in ospedale e polmonite associata al ventilatore, che è un problema di infezione comune nelle strutture sanitarie. Gli autori hanno affermato che i pazienti con infezioni resistenti ai carbapenemi non sono stati inclusi nello studio in corso perché il carbapenemico era un comparatore e questo è considerato un limite critico dello studio. Questo studio ha portato un'immensa speranza nella lotta alla resistenza ai farmaci ed è visto come un primo importante passo verso la creazione di nuovi antibiotici.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Portsmouth S et al. 2018. Cefiderocol contro imipenem-cilastatina per il trattamento delle infezioni complicate del tratto urinario causate da uropatogeni Gram-negativi: uno studio di fase 2, randomizzato, in doppio cieco, di non inferiorità. The Lancet Infectious Diseaseshttps://doi.org/10.1016/S1473-3099(18)30554-1

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Primo trapianto riuscito di cuore di maiale geneticamente modificato (GM) in essere umano

Medici e scienziati della University of Maryland School of...

Aviptadil potrebbe ridurre la mortalità tra i pazienti gravemente malati di COVID

A giugno 2020, prova RECOVERY da un gruppo di...

Di cosa siamo fatti alla fine? Quali sono gli elementi fondamentali di...

Gli antichi pensavano che fossimo composti da quattro...
- Annuncio pubblicitario -
98,964FanMi Piace
64,252SeguaciSegui
6,170SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi