PUBBLICITA

Gli antibiotici aminoglicosidi potrebbero essere usati per trattare la demenza

In una ricerca rivoluzionaria, gli scienziati hanno dimostrato che l'antibiotico aminoglicosidi (gentamicina) potrebbe essere usato per trattare la demenza familiare

Le antibiotici gentamicina, neomicina, streptomicina ecc. sono comunemente usati per trattare le infezioni batteriche. Questi sono antibiotici ad ampio spettro appartenenti a aminoglicosidi classe e sono particolarmente attivi contro i batteri gram negativi. Agiscono legandosi ai ribosomi batterici e inibiscono le proteine sintesi in suscettibili batteri.

Ma è noto anche che gli aminoglicosidi inducono la soppressione della mutazione negli eucarioti per produrre proteine ​​a lunghezza intera. Questa è una funzione meno nota di questo antibiotico che è stato utilizzato in passato per trattare diverse malattie umane come la distrofia muscolare di Duchenne (DMD) [2]. Ora, è stato riferito che questa funzione può essere utilizzata nel trattamento demenza anche in un prossimo futuro.

In un articolo pubblicato l'08 gennaio 2020 sulla rivista Human Molecular Genetics, i ricercatori dell'Università del Kentucky hanno dimostrato che questi antibiotici possono essere usati per trattare la demenza frontotemporale [1]. Si tratta di un entusiasmante passo avanti nella scienza che ha il potenziale per migliorare la qualità della vita di molte persone affette da demenza.

La demenza è un gruppo di sintomi che comportano un deterioramento della capacità di svolgere le normali attività quotidiane ed è causato dal deterioramento delle funzioni cognitive come la memoria, il pensiero o il comportamento. È una delle principali ragioni di disabilità e dipendenza tra gli anziani in tutto il mondo. Colpisce anche gli accompagnatori e le famiglie. Secondo una stima, nel mondo ci sono 50 milioni di persone affette da demenza con 10 milioni di nuovi casi ogni anno. Alzheimer malattia è la forma più comune di demenza. La demenza frontotemporale è la seconda forma più comune. Questo è un esordio precoce in natura e colpisce i lobi frontali e temporali del cervello.

I pazienti con demenza frontotemporale presentano una progressiva atrofia dei lobi frontali e temporali del cervello che porta a un graduale deterioramento delle funzioni cognitive, delle abilità linguistiche e dei cambiamenti della personalità e del comportamento. Questo è di natura ereditaria causata da mutazioni genetiche. A causa di queste mutazioni genetiche, il cervello non è in grado di formare una proteina chiamata progranulina. L'insufficiente produzione di progranulina nel cervello è collegata a questa forma di demenza.

Nel loro studio, i ricercatori dell'Università del Kentucky hanno scoperto che se gli antibiotici aminoglicosidici sono stati aggiunti alle cellule neuronali con mutazioni della progranulina in una coltura cellulare in vitro, saltano la mutazione e formano una proteina a lunghezza intera. Il livello di proteina progranulina è stato recuperato fino a circa il 50-60%. Questa scoperta supporta il principio che l'aminoglicoside (gentamicina e G418) ha la possibilità di trattamento per tali pazienti.

Il prossimo passo sarebbe passare dal "modello di coltura cellulare in vitro" al "modello animale". La soppressione della mutazione da parte degli aminoglicosidi come strategia terapeutica per trattare la demenza frontotemporale si è avvicinata di un passo.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

1. Kuang L., et al, 2020. Mutazione senza senso della demenza frontotemporale della progranulina salvata dagli aminoglicosidi. Genetica molecolare umana, ddz280. DOI: https://doi.org/10.1093/hmg/ddz280
2. Malik V., et al, 2010. Soppressione della mutazione indotta da aminoglicosidi (readthrough del codone di stop) come strategia terapeutica per la distrofia muscolare di Duchenne. Progressi terapeutici nei disturbi neurologici (2010) 3(6) 379389. DOI: https://doi.org/10.1177/1756285610388693

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Meteo spaziale, perturbazioni del vento solare e raffiche radio

Vento solare, il flusso di particelle caricate elettricamente che emana...

Diagnosticare la carenza di vitamina D testando il campione di capelli invece dell'analisi del sangue

Lo studio mostra il primo passo verso lo sviluppo di un test per...

L'insufficienza di vitamina D (VDI) porta a gravi sintomi di COVID-19

La condizione facilmente correggibile dell'insufficienza di vitamina D (VDI) ha...
- Annuncio pubblicitario -
94,567FanCome
47,690SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi