PUBBLICITA

Un ambiente unico simile a un grembo genera speranza per milioni di bambini prematuri

MEDICINAUn ambiente unico simile a un grembo genera speranza per milioni di bambini prematuri

Uno studio ha sviluppato e testato con successo un vaso esterno simile all'utero su pecorelle, generando speranza per i neonati umani prematuri in futuro

An artificiale grembo progettato e sviluppato con l'intento di supportare i bambini prematuri fragili è stato dimostrato con successo per la prima volta in assoluto negli animali (baby pecore qui). Questo studio pubblicato in Natura Comunicazioni è un importante passo avanti scientifico per l'anno 2017 e ha generato un'immensa speranza per i neonati prematuri. Questo è il tipo di studio che colpisce immediatamente il pubblico in generale in quanto ha un enorme potenziale per influenzare la vita di milioni di bambini prematuri in tutto il mondo.

Imitando l'utero

Lo studio condotto dal professor Alan Flake, chirurgo e direttore del Center for Fetal Research nel Center for Fetal Diagnosis and Treatment del Children's Hospital di Filadelfia, USA, mostra che gli agnelli nati pretermine (all'equivalente di 23 o 24 settimane di gestazione bambino umano) sono stati mantenuti in vita con successo e sembrava anche svilupparsi normalmente mentre galleggiava all'interno di un trasparente, simile a un utero contenitore o recipiente di supporto, denominato “Biobag”.

Questo nuovo sistema attuale imita il più fedelmente possibile la vita nell'utero utilizzando le conoscenze della precedente ricerca neonatale. Utilizza un caratteristico contenitore o recipiente di plastica pieno di liquido collegato ad altre macchine progettate su misura che forniscono il supporto fisiologico necessario. Gli agnelli fetali crescono in un ambiente sigillato, a temperatura controllata, sterile, isolato da qualsiasi variazione (temperatura, pressione o luce) e infezioni pericolose, respirando liquido amniotico come farebbero normalmente nel grembo. Il cuore del bambino pompa il sangue attraverso il cordone ombelicale nell'ossigenatore esterno a bassa resistenza del sistema che sostituisce in modo molto intelligente la placenta della madre scambiando ossigeno e anidride carbonica. Ciò è estremamente necessario poiché in questo periodo di gestazione i polmoni del bambino non sono ancora sviluppati per respirare l'ossigeno dall'atmosfera. Diversi monitor elettronici misurano continuamente i loro segni vitali. Affinché il sistema abbia successo, i suoi apparati di afflusso e deflusso sono stati continuamente progettati e riprogettati a intervalli regolari. Gli agnelli hanno continuato a crescere con successo nel Biobag per quattro settimane intere (670 ore su 28 giorni) dopo la loro nascita e hanno mostrato respirazione, deglutizione, movimento degli occhi, segni di attività, lana germogliata e una crescita e maturazione degli organi normali. I ricercatori chiamano questo come uno "spettacolo maestoso", ma tuttavia affermano che il loro sistema necessita di una valutazione e di un perfezionamento continui.

I ricercatori non hanno cercato di estendere la fattibilità a un periodo precedente all'attuale marchio di 23 settimane a causa di diverse limitazioni che aumentano i rischi, comprese le dimensioni, il funzionamento fisiologico imporrebbe rischi inaccettabilmente elevati. La maggior parte degli agnelli dello studio sono stati soppressi prima che raggiungessero il termine completo per un'ulteriore valutazione; tuttavia uno è ora una pecora cresciuta in buona salute.

Nati prematuri: un grosso fardello

È stato previsto che 15 milioni di bambini umani nascono prematuri (prima delle 37 settimane) ogni anno in tutto il mondo e questo numero è solo in aumento. Il tasso di nascita pretermine varia dal 5% al ​​18% dei bambini nati in 184 paesi in tutto il mondo. Le complicazioni dovute alla nascita pretermine sono una delle principali cause di morte tra i bambini di età inferiore ai 5 anni.

La maggior parte delle morti infantili è attribuita alla prematurità anche dopo un significativo miglioramento delle pratiche di cura neonatale. E anche se i bambini fragili che sono in grado di sopravvivere a un periodo di 23-23 settimane (30-50 percento), devono ancora soffrire di una qualità della vita inferiore, affrontando problemi di salute permanenti e persino disabilità permanenti in molti casi. Inoltre, l'accesso all'assistenza di alto livello influisce sui risultati in modo diverso in ciascun caso. Questi scenari comportano anche un onere finanziario ed emotivo per i genitori e per il settore sanitario.

Ora pecore, il prossimo è l'uomo?

Questo studio testa e monitora gli effetti sugli agnelli fetali ed è già noto che lo sviluppo polmonare prenatale nelle pecore è molto simile a quello umano. Sebbene i cervelli delle pecore si sviluppino a un ritmo leggermente diverso rispetto agli umani. Il sistema attuale dovrà essere ridimensionato per i neonati umani, che sono circa un terzo delle dimensioni degli agnelli utilizzati nello studio. Se avrà lo stesso successo per i bambini umani nei prossimi 1-2 decenni, c'è una sorprendente probabilità che i bambini estremamente prematuri continueranno a svilupparsi in camere o vasi pieni di grembo come il liquido amniotico, piuttosto che fare affidamento su incubatori supportati da ventilatori e non dovrà subire più procedure invasive.

I test sull'uomo che possono essere portati avanti da questo studio sono ancora, realisticamente parlando, a un paio di decenni di distanza, ma questo studio prevede sicuramente un possibile successo simile sui neonati umani. L'obiettivo principale è quello di superare la soglia delle 28 settimane per i bambini prematuri umani, il che riduce quindi eventuali esiti gravi sulla vita. Un tale sistema extrauterino/artificiale l'utero, se sviluppato per la crescita e la maturazione degli organi solo per poche settimane, può migliorare notevolmente i risultati per i bambini prematuri.

Questa è una scienza affascinante e straordinaria

Guardando questo studio, potremmo iniziare a immaginare un mondo in cui i bambini possono crescere in modo simulato artificialmente grembo eliminando così i possibili rischi per la salute della gravidanza che colpiscono la madre così come il nascituro. Tuttavia, non possiamo lasciarci trasportare da questi pensieri, perché rimuovere l'elemento più importante - "il creatore e nutritore della vita" - la madre dall'intero processo renderebbe davvero la crescita dei bambini (da 0 a 9 mesi) una cosa scientifica finzione con l'intero sviluppo iniziale che accade letteralmente su una macchina. L'idea che i ricercatori hanno propagato non è quella di "eliminare completamente" le madri, ma piuttosto di fornire una tecnologia per ridurre e/o prevenire la mortalità e la morbilità causate dalle nascite pretermine.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Partridge EA et al. 2017. Un sistema extra-uterino per supportare fisiologicamente l'agnello prematuro estremo. Nature Communications. 8(15112) http://doi.org/10.1038/ncomms15112.

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Vaccini per il COVID-19: corsa contro il tempo

Lo sviluppo del vaccino per COVID-19 è una priorità globale....

COVID-19: una valutazione dell'immunità di gregge e della protezione dai vaccini

Si dice che l'immunità di gregge per COVID-19 sia raggiunta...

Un'alternativa promettente agli antibiotici per il trattamento delle infezioni del tratto urinario

I ricercatori hanno segnalato un nuovo modo di trattare le vie urinarie...
- Annuncio pubblicitario -
98,958FanMi Piace
64,248SeguaciSegui
6,170SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi