PUBBLICITA

La possibile cura del diabete di tipo 2?

Lo studio Lancet mostra che il diabete di tipo 2 può essere invertito nei pazienti adulti seguendo un rigoroso programma di gestione del peso.

Tipo 2 diabete è il tipo più comune di diabete ed è considerata una malattia cronica progressiva che richiede cure mediche per tutta la vita. Il numero di persone con diabete di tipo 2 è quadruplicato negli ultimi 35 anni in tutto il mondo e si prevede che questo numero supererà i 600 milioni entro il 2040. Questo studio aumenta il tipo 2 diabete pazienti è legato all’allarmante aumento dei livelli di obesità e all’accumulo di grasso nell’addome.

Stile di vita più sano come alternativa ai farmaci antidiabetici?

Si è parlato più volte del tipo 2 diabete può essere reversibile o addirittura completamente eliminato con una tempestiva combinazione di dieta più sana, attività fisica e cambiamenti dello stile di vita. In breve, una revisione dello stile di vita. Inoltre, è stato stabilito che il sovrappeso (BMI superiore a 25) aumenta il rischio di sviluppare diabete di tipo 2. Tuttavia, l’attenzione è rimasta principalmente sulla prescrizione di trattamenti farmacologici per ridurre i livelli di zucchero nel sangue. I cambiamenti nella dieta e nello stile di vita vengono discussi in modo approfondito, ma generalmente queste terapie non includono la riduzione delle calorie o una sostanziale perdita di peso. In breve, non si è mai riflettuto sulla causa principale.

Revisione dello stile di vita

Quindi, cosa si può fare per invertire l’incidenza del tipo 2 diabete? Il recente studio su Lancet1 dimostra che una revisione completa dello stile di vita è il fattore chiave nel controllo di questa malattia. Lo studio analizza e si basa sulla causa alla base della condizione, portando a risultati interessanti. È stato dimostrato che dopo 1 anno i partecipanti avevano perso in media 10 kg e quasi la metà di loro era ritornata a uno stato non diabetico senza utilizzare alcuna forma di trattamento per diabete. Questo studio condotto dal professor Roy Taylor, dell’Università di Newcastle, e dal professor Mike Lean dell’Università di Glasgow, è innovativo nel consigliare ai partecipanti la perdita di peso nella dieta, ma senza alcun aumento degno di nota dell’attività fisica. Tuttavia, i follow-up a lungo termine richiedono sicuramente un’attività quotidiana sostenuta.

Lo studio clinico sulla remissione del diabete (DiRECT) ha incluso 298 adulti di età compresa tra 20 e 65 anni a cui era stata diagnosticata la malattia di tipo 2. diabete negli ultimi 6 anni. Qui, gli autori notano che la maggior parte dei partecipanti erano bianchi britannici, il che suggerisce che i loro risultati potrebbero non applicarsi ampiamente ad altri gruppi etnici.

Ridurre le calorie è la chiave

Il programma di gestione del peso è stato consegnato da dietologi e/o infermieri ed è iniziato con una fase di sostituzione della dieta costituita da una dieta formula a basso contenuto calorico. La dieta a calorie controllate prevedeva un limite massimo giornaliero di 825-853 calorie al giorno, per circa tre-cinque mesi. Questo è stato seguito dalla reintroduzione graduale di alcuni altri alimenti. Queste regole dietetiche sono state combinate con sessioni di terapia cognitivo comportamentale e qualche forma di esercizio fisico per supportare il mantenimento della perdita di peso continua. Tutti i farmaci antidiabetici sono stati sospesi all'inizio del programma.

Uno studio precedente2 dagli stessi ricercatori aveva confermato l'ipotesi del ciclo gemellare che affermava che una delle principali cause di diabete di tipo 2 è il grasso in eccesso all'interno del fegato e del pancreas. Avevano stabilito che le persone con la malattia possono essere riportate al normale controllo del glucosio consumando e mantenendo una dieta ipocalorica, consentendo così a questi organi di tornare alla normale funzione.

La remissione del diabete di tipo 2 come esito principale

I principali risultati del programma intensivo di gestione del peso sono stati la perdita di peso di 15 kg o più, un sostanziale miglioramento della qualità della vita a 12 mesi e, soprattutto, la remissione di diabete. Un miglioramento significativo è stato notato anche nelle concentrazioni medie di lipidi nel sangue e quasi il 50% dei pazienti non ha mostrato alcun aumento della pressione sanguigna, non richiedendo quindi alcun farmaco antipertensivo.

Questa scoperta è davvero entusiasmante e notevole e potrebbe rivoluzionare il trattamento del diabete di tipo 2. È inoltre indicato che le perdite di peso molto elevate mirate dalla chirurgia bariatrica (rischio, inidoneità per la maggior parte dei pazienti) potrebbero non essere una necessità e che un obiettivo di perdita di peso molto comparabile fornito da un tale programma è una proposta più ragionevole e praticamente realizzabile per molti pazienti. e seguiranno regolarmente. La perdita di peso intensiva (che potrebbe essere fornita in un contesto comunitario non specialistico) non è solo legata a una migliore gestione del diabete di tipo 2 diabete ma potrebbe anche provocare una remissione duratura.

Sfide da affrontare

Questo studio apre la strada a strategie per la prevenzione e la cura precoce del tipo 2 diabete come obiettivo primario. Mettere il tipo 2 diabete raggiungere la remissione il più presto possibile dopo la diagnosi può avere benefici straordinari e, come dimostra lo studio, potrebbe essere possibile per quasi la metà di tutti i pazienti ottenere questo risultato nell’ambito delle cure primarie di routine e senza farmaci.

Tuttavia, la metodologia descritta potrebbe non essere probabilmente un modo sostenibile per la vita in quanto non è facile ed è molto difficile per le persone vivere con una dieta formulata prescritta per la loro "intera vita". Quindi, l'ovvia grande sfida per questa metodologia è l'evitare a lungo termine il recupero di peso. Senza dubbio, questa flessibilità deve essere incoraggiata per ottimizzare i risultati individuali. Inoltre, devono essere progettati corretti interventi e programmi comportamentali che incoraggino e supportino i pazienti a realizzare istintivamente cambiamenti nello stile di vita. Ciò richiederà strategie sia a livello individuale che più ampie, comprese decisioni economiche come la tassazione degli alimenti non salutari.

I risultati pubblicati in Lancetta propaga l’uso estensivo di strategie di intervento intensivo per la perdita di peso nella cura di routine e nella remissione del tipo 2 diabete nel settore sanitario.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

1. Michael EJ et al 2017. Gestione del peso guidata dalle cure primarie per la remissione del diabete di tipo 2 (DiRECT): uno studio in aperto, randomizzato a cluster. The Lancethttp://dx.doi.org/10.1016/S0140-6736(17)33102-1

2. Roy T 2013. Diabete di tipo 2: eziologia e reversibilità. Diabetes Care. 36 (4). http://dx.doi.org/10.2337/dc12-1805

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Scoperta una nuova forma: Scutoid

È stata scoperta una nuova forma geometrica che permette...

Vaccino booster Spikevax bivalente originale/Omicron: il primo vaccino bivalente COVID-19 riceve l'approvazione MHRA  

Spikevax Bivalent Original/Omicron Booster Vaccine, il primo vaccino bivalente COVID-19...

Inflammasoma NLRP3: un nuovo bersaglio farmacologico per il trattamento di pazienti gravemente malati di COVID-19

Diversi studi indicano che l'attivazione dell'inflammasoma NLRP3 è...
- Annuncio pubblicitario -
94,250FanCome
47,616SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi