PUBBLICITA

Uso potenziale di nuovi farmaci GABA-targeting nel disturbo da uso di alcol

SALUTEUso potenziale di nuovi farmaci GABA-targeting nel disturbo da uso di alcol

Uso di GABAB (GABA tipo B) agonista, ADX71441, negli studi preclinici ha causato una significativa riduzione dell'assunzione di alcol. Il farmaco riduceva fortemente la motivazione al bere e i comportamenti di ricerca dell'alcol.

L'acido gamma-aminobutirrico (GABA) è il principale neurotrasmettitore inibitorio1. GABA è uno dei neurotrasmettitori la cui segnalazione è influenzata dall'alcol2 ed è importante per la manifestazione degli effetti fisiologici dell'alcol. Una recente esplorazione di un romanzo GABAB (GABA tipo B) modulatore allosterico positivo al recettore (una molecola che si lega a un'area su un recettore al di fuori del sito attivo per aumentare la capacità delle molecole di legarsi al recettore aumentando quindi l'attivazione del recettore) mostra vantaggi promettenti nel trattamento alcol usare il disordine1.

Il GABA tipo A (GABAA) recettore è anche coinvolto negli effetti dell'alcol sul sistema nervoso centrale (SNC) poiché l'etanolo aumenta l'azione del GABA sul GABAA recettori3. Ciò è supportato dalla scoperta che la benzodiazepina, flumazenil, che è un modulatore allosterico negativo del GABAA recettore (una molecola che si lega a un'area su un recettore al di fuori del sito attivo per diminuire la capacità delle molecole di legarsi al recettore diminuendo quindi l'attivazione del recettore), inverte gli effetti inebrianti dell'etanolo3. Inoltre, il flumazenil rimuove anche l'aumento dell'aggressività e della sonnolenza sperimentato dall'alcol3 dimostrando che il GABAA recettore è anche fortemente coinvolto negli effetti fisiologici dell'alcol ed è un bersaglio efficace nel bloccare i cambiamenti comportamentali indotti dall'etanolo.

Il ruolo del GABAB è stato anche esplorato un recettore nel consumo di alcol e un GABAB Baclofen, agonista del recettore, è stato approvato come trattamento per il disturbo da uso di alcol in Francia1. GABAB gli agonisti dei recettori causano effetti anticonvulsivanti e ansiolitici e il baclofene è usato per trattare la spasticità1. Il baclofen riduce la motivazione dei roditori all'autosomministrazione di droghe che creano dipendenza, probabilmente a causa del suo effetto osservato di ridurre il rilascio di dopamina indotto da morfina, cocaina e nicotina nel nucleo accumbens1 dove il rilascio di dopamina provoca il rafforzamento dei comportamenti di dipendenza4. Tuttavia, nonostante il GABAB capacità dell'agonista baclofen di aiutare a trattare il disturbo da uso di alcol1, il baclofen ha vari effetti collaterali come sedazione e sviluppo della tolleranza suggerendo che GABAB modulatori allosterici positivi per i recettori (PAM) possono meritare sperimentazioni per cercare un farmaco con un indice terapeutico migliore1.

Un romanzo GABAB PAM, ADX71441, negli studi sui roditori ha causato riduzioni significative dell'assunzione di alcol (fino al 65% con la dose più alta di 200 mg/kg)1. La droga ha ridotto potentemente la motivazione al bere e i comportamenti di ricerca dell'alcol1, suggerendo l'inibizione della risposta alla dopamina indotta dall'alcol e quindi una riduzione della dipendenza. ADX71441 ha anche causato una significativa riduzione della ricerca di alcol causata da ambienti predittivi per l'alcol e dall'esposizione a uno stress, suggerendo un uso terapeutico nella prevenzione delle ricadute del disturbo da consumo di alcol poiché oltre il 50% dei pazienti ha una ricaduta in soli 3 mesi1. Studi preclinici suggeriscono la superiorità di GABAB PAM in termini di efficacia rispetto agli effetti collaterali. Ciò garantisce ulteriori ricerche e test per portare alla luce nuovi farmaci per il trattamento del disturbo da uso di alcol1 , riducendo così l'abuso di alcol che causa un enorme onere per la salute e il benessere economico in tutto il mondo.

***

Riferimenti:  

  1. Eric Augier, Recenti progressi nel potenziale dei modulatori allosterici positivi del GABAB Recettore per il trattamento del disturbo da uso di alcol, Alcol e alcolismo, Volume 56, Numero 2, marzo 2021, pagine 139–148, https://doi.org/10.1093/alcalc/agab003 
  1. Banerjee N. (2014). Neurotrasmettitori nell'alcolismo: una rassegna di studi neurobiologici e genetici. Giornale indiano di genetica umana20(1), 20-31. https://doi.org/10.4103/0971-6866.132750 
  1. David M. (2003). Il ruolo dei recettori GABAA nel mediare gli effetti dell'alcol nel sistema nervoso centrale. Giornale di psichiatria e neuroscienza : JPN28(4), 263-274. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC165791/  
  1. Science Direct 2021. Nucleus Accumbens. Disponibile su https://www.sciencedirect.com/topics/neuroscience/nucleus-accumbens  

*** 

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Percorso di segnalazione nervosa identificato di recente per una gestione efficace del dolore

Gli scienziati hanno identificato una via di segnalazione nervosa distinta che potrebbe...

Il digiuno intermittente o l'alimentazione a tempo limitato (TRF) ha effetti negativi significativi sugli ormoni

Il digiuno intermittente ha una vasta gamma di effetti su...

Thapsigargin (TG): un potenziale agente antitumorale e antivirale ad ampio spettro che potrebbe essere efficace contro...

L'agente di origine vegetale, Thapsigargin (TG) è stato utilizzato nella tradizione...
- Annuncio pubblicitario -
98,967FanMi Piace
64,252SeguaciSegui
6,170SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi