PUBBLICITA

Longevità: l'attività fisica nella mezza età e nella terza età è cruciale

Lo studio mostra che impegnarsi in attività fisica a lungo termine può aiutare gli adulti di mezza età e gli anziani a ridurre il rischio di malattie e mortalità. Il vantaggio di esercizio fisico è indipendentemente dai precedenti livelli di attività fisica quando la persona era più giovane.

Le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomandano 150 minuti a settimana di intensità moderata attività fisica per il mantenimento della buona salute. Diversi studi hanno dimostrato che il livello di attività fisica è legato al rischio di malattie per tutte le cause, malattie cardiovascolari, rischio di morte e cancro. Sebbene non siano state fatte molte ricerche per capire come i cambiamenti a lungo termine nei livelli di attività fisica possano avere un impatto sulla salute della popolazione generale.

Un nuovo studio pubblicato il 26 giugno in BMJ ha studiato gli effetti a lungo termine dell’essere fisicamente attivo durante il medio e età avanzata. Lo studio ha incluso dati di 14,499 uomini e donne (di età compresa tra 40 e 79 anni) provenienti dallo studio European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition-Norfolk (EPIC-Norfolk) condotto tra il 1993 e il 1997 nel Regno Unito. Tutti i partecipanti sono stati analizzati per i fattori di rischio all'inizio dello studio, poi tre volte in 8 anni e ogni partecipante è stato seguito per ulteriori 12.5 anni. Il dispendio energetico per l'attività fisica (PAEE) è stato calcolato da questionari auto-riportati e questo è stato combinato con i movimenti e il monitoraggio cardiaco. La gamma di attività fisica includeva innanzitutto il tipo di lavoro/lavoro svolto da una persona (ufficio sedentario, lavoro in piedi o... fisicamente compiti laboriosi) e in secondo luogo, attività ricreative come il ciclismo, il nuoto o altre forme di attività ricreative.

Dopo aver soppesato l'attività fisica e altri fattori di rischio generali (dieta, peso, anamnesi, pressione sanguigna, colesterolo, ecc.), l'analisi ha mostrato che un aumento dei livelli di attività fisica anche se iniziato dalla mezza età era associato a un minor rischio di morte. Ogni aumento di 1kJ/kg/giorno all'anno di PAEE era associato a un rischio di morte inferiore del 24% (per qualsiasi causa), a un rischio inferiore del 29% di mortalità cardiovascolare e all'11% in meno di morte per cancro. Questi dati erano indipendenti dal fatto che la persona fosse fisicamente attiva o meno quando era più giovane o prima della mezza età. Le persone che erano già molto attive fisicamente ma che avevano ulteriormente aumentato il loro livello di attività avevano un rischio di mortalità inferiore del 46%.

L'attuale studio è stato condotto su larga scala, con un lungo follow-up e un monitoraggio ripetuto dei partecipanti. Lo studio mostra che se gli adulti di mezza età e gli anziani diventano più attivi fisicamente, possono raccogliere longevità benefici indipendentemente dall'attività fisica passata e dai fattori di rischio accertati e anche se hanno una condizione medica. Questo lavoro sostiene i benefici per la salute dell'attività fisica in generale e suggerisce anche che il mantenimento dell'attività fisica durante la vita medio-tardiva può essere utile.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Mok, A. et al. 2019. Traiettorie e mortalità dell'attività fisica: studio di coorte basato sulla popolazione. BMJ. https://doi.org/10.1136/bmj.l2323

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Il Nebra Sky Disk e la missione spaziale "Cosmic Kiss"

Il Nebra Sky Disk ha ispirato il logo di...

Sfruttare il calore disperso per alimentare piccoli dispositivi

Gli scienziati hanno sviluppato un materiale adatto per l'uso...

Un nuovo approccio per prevenire il cancro all'esofago

Un nuovo trattamento che “previene” il cancro esofageo nei soggetti a rischio...
- Annuncio pubblicitario -
94,376FanCome
47,651SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi