PUBBLICITA

Sollievo dall'ansia attraverso aggiustamenti della dieta probiotici e non probiotici

SALUTESollievo dall'ansia attraverso aggiustamenti della dieta probiotici e non probiotici

Una revisione sistematica fornisce prove complete che la regolazione del microbiota nell'intestino potrebbe essere un possibile approccio per alleviare i sintomi dell'ansia

Il nostro microbiota intestinale - trilioni di microrganismi naturali nell'intestino - è noto per svolgere ruoli importanti nell'immunità, nel metabolismo e nella salute mentale. Diversi studi hanno dimostrato che i microrganismi intestinali possono anche regolare i meccanismi cerebrali. Ansia – la preoccupazione e la paura intense, eccessive e persistenti di eventi o situazioni – è comune nei disturbi mentali e in molti disturbi fisici quando è coinvolto lo stress. I sintomi di ansia includono sensazione di nervosismo, tensione, aumento della frequenza cardiaca e della respirazione, sudorazione, insonnia, ecc. Lo squilibrio microbico del microbiota intestinale è stato collegato all'ansia sebbene non siano disponibili prove dirette del miglioramento dei sintomi dell'ansia regolando questo microbiota.

In una nuova revisione sistematica pubblicata il 17 maggio in Psichiatria Generale BMJ un team di ricercatori ha esaminato esclusivamente studi randomizzati controllati sugli esseri umani pubblicati in passato con l'obiettivo di indagare sull'evidenza che i sintomi dell'ansia potrebbero essere migliorati regolando i microrganismi nell'intestino. Hanno esaminato la letteratura passata e recuperato 3334 articoli da cinque database inglesi e quattro cinesi e hanno selezionato 21 studi. È stata quindi condotta una valutazione sistematica di un totale di 21 studi che avevano analizzato collettivamente circa 1500 individui. I soggetti avevano sintomi di ansia misurati su scale di ansia indipendentemente dalla loro diagnosi. Tutti gli studi hanno utilizzato interventi per regolare il microbiota intestinale (IRIF) che includevano probiotico integratori o la dieta alterazione. 14 di questi studi hanno utilizzato i probiotici come interventi pur rimanendo utilizzati nell'alterazione della propria dieta quotidiana. I probiotici sono integratori alimentari che contengono batteri "buoni" in grado di combattere i batteri "nocivi" e forse non consentono loro di stabilirsi nell'intestino. In alternativa, mangiare una dieta a base vegetale ricca di fibre può aumentare i batteri buoni nell'intestino. L'esito di ogni studio è stato valutato misurando i sintomi dell'ansia utilizzando scale di valutazione dell'ansia standardizzate.

L'analisi ha mostrato che in 11 studi su 21, è stato osservato un effetto alleviante sui sintomi dell'ansia dovuto alla regolazione del microbiota intestinale che indica l'efficacia in quasi il 52% degli studi. In 14 studi che hanno utilizzato integratori di probiotici come intervento, il 36% degli studi ha riscontrato che la regolamentazione è uno strumento efficace per ridurre i sintomi. Infine, in 6 studi su 7 che hanno utilizzato non probiotici interventi, l'efficacia è risultata essere dell'86 per cento. In 5 studi che hanno utilizzato l'approccio degli interventi IRIF insieme al trattamento regolare, solo gli studi che hanno utilizzato interventi non probiotici hanno ottenuto risultati positivi indicando che nonprobiotico gli interventi insieme a IRIF erano più efficaci di IRIF da solo. L'alterazione della dieta può avere un impatto maggiore sui batteri intestinali rispetto all'aggiunta di specifici tipi di batteri consumati attraverso un integratore probiotico. Nella maggior parte degli studi non sono stati riportati eventi avversi, solo lieve secchezza delle fauci, fastidio o diarrea.

Almeno la metà degli studi valutati ha mostrato che la modulazione del microbiota nell'intestino potrebbe trattare i sintomi di ansia nei pazienti indipendentemente dalla diagnosi. Inoltre, un approccio non probiotico apportando adeguamenti dietetici adeguati era più efficace rispetto agli interventi probiotici. Per il trattamento clinico dell'ansia vengono utilizzati farmaci psichiatrici. In alternativa, quando i pazienti non sono idonei a ricevere tali farmaci, specialmente quando hanno malattie somatiche, potrebbero essere utilizzati interventi probiotici o non probiotici per trattare l'ansia.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Yang B. et al. 2019. Effetti della regolazione del microbiota intestinale sui sintomi di ansia: una revisione sistematica. Psichiatria Generale. http://dx.doi.org/10.1136/gpsych-2019-100056

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Thiomargarita magnifica: il più grande batterio che sfida l'idea del procariote 

Thiomargarita magnifica, i batteri più grandi si sono evoluti per acquisire...

Scoperta la galassia "fratello" della Via Lattea

Viene scoperto un "fratello" della galassia terrestre Via Lattea...

Un passo verso la ricerca di una cura per l'ingrigimento e la calvizie

I ricercatori hanno identificato un gruppo di cellule nel...
- Annuncio pubblicitario -
99,031FanMi Piace
64,260SeguaciSegui
6,168SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi