PUBBLICITA

Ansia: la polvere e l'estratto di tè Matcha mostrano la promessa

Gli scienziati hanno dimostrato per la prima volta gli effetti della polvere e dell'estratto di tè Matcha nel ridurre l'ansia in un modello animale. Il matcha è un'alternativa sicura e naturale per alleviare l'ansia e migliorare l'umore.

umore e ansia i disturbi stanno diventando comuni nelle nostre vite frenetiche e spesso stressanti. I disturbi d'ansia e la paura sono stati collegati a disturbi nei sistemi dopaminergici e serotoninergici nel nostro cervello. I sintomi dell'ansia aumentano anche il rischio di altri disturbi medici e influiscono sul benessere generale di una persona. Gli agenti ansiolitici (o ansiolitici) come le benzodiazepine e gli inibitori della serotonina sono generalmente usati per il trattamento poiché riducono o inibiscono l'ansia. Tuttavia, hanno molti effetti collaterali, a volte anche negativi, e aumentano anche la dipendenza. È necessario sviluppare un'alternativa più sicura e naturale per la gestione dell'ansia.

In Giappone, 'Matcha' è stato utilizzato da molto tempo per diversi scopi medicinali. Matcha è un potere finemente radicato di nuove foglie dalla pianta dell'albero chiamata Camellia sinensis che può crescere solo all'ombra. La polvere di matcha è usata per fare Tè Matcha aggiungendolo direttamente all'acqua calda. È anche usato per aggiungere sapore al cibo. Il tè Matcha è diverso dal normale tè verde nel suo contenuto principalmente a causa delle differenze di coltivazione e lavorazione. Camellia sinensis La pianta è ricca di L-teanina, epigallocatechina gallato (EGCG), caffeina, vitamine e aminoacidi e quindi il consumo di Matcha fornisce diversi benefici legati a queste sostanze bioattive. È comunemente usato in Giappone per la guarigione, il rilassamento e persino il trattamento delle condizioni della pelle. Tuttavia, sono disponibili prove scientifiche molto limitate a sostegno delle affermazioni di cui sopra. Inoltre, gli effetti della polvere di Matcha sugli aspetti comportamentali non sono stati finora esplorati.

Uno studio pubblicato Journal of Functional Foods ha studiato e dimostrato gli effetti della polvere di tè Matcha, dell'estratto di acqua calda e dell'estratto di etanolo per l'attività ansiolitica in un modello animale (qui, topi). I ricercatori hanno condotto un test del labirinto più elevato (EPM) in animali sani. L'EPM prevede l'uso di una piattaforma rialzata a forma di più che ha due bracci aperti e due bracci chiusi circondati da pareti. È un test di ansia comunemente usato in cui i soggetti animali che sono ansiosi cercano di rimanere nell'area sicura del plus dove non possono cadere.

Agli animali sono stati somministrati per via orale polvere di Matcha ed estratto o frazioni disciolte in acqua. I risultati hanno mostrato che gli animali che avevano consumato Matcha avevano ridotto l'ansia. L'effetto più forte è stato osservato nell'estratto di Matcha ottenuto utilizzando l'80% di etanolo rispetto all'estratto derivato dall'acqua calda. Ciò significava che la scarsa solubilità in acqua del Matcha ha un migliore effetto ansiolitico rispetto a quando era facilmente solubile in acqua. L'estratto etanolico è stato ulteriormente frazionato in frazioni solubili in esano, solubili in acetato di etile e solubili in acqua che hanno mostrato risultati simili. L'analisi comportamentale ha mostrato che il potere e l'estratto di Matcha riducono l'ansia attivando i recettori della dopamina D1 e della serotonina 5-HT1A che sono strettamente collegati al comportamento ansioso.

L'attuale studio condotto sui topi dimostra che la polvere e l'estratto di tè Matcha hanno un effetto calmante positivo e riducono l'ansia attivando i sistemi dopaminergici e serotoninergici nel cervello. Matcha è un'alternativa sicura e naturale per alleviare l'ansia.

***

{Puoi leggere il documento di ricerca originale facendo clic sul collegamento DOI indicato di seguito nell'elenco delle fonti citate}

Fonte (s)

Kurauchi, Y. et al. 2019. Attività ansiolitiche della polvere, degli estratti e delle frazioni di tè Matcha nei topi: Contributo dei meccanismi mediati dal recettore della dopamina D1 e dalla serotonina 5-HT1A. Journal of Functional Foods. https://doi.org/10.1016/j.jff.2019.05.046

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

I nematodi sono rianimati dopo essere stati congelati nel ghiaccio per 42,000 anni

Per la prima volta i nematodi di organismi multicellulari dormienti sono stati...

Notre-Dame de Paris: un aggiornamento su "Paura dell'intossicazione da piombo" e restauro

Notre-Dame de Paris, l'iconica cattedrale ha subito gravi danni...

L'approccio "moderato" alla nutrizione riduce i rischi per la salute

Diversi studi dimostrano che l'assunzione moderata di diverse diete...
- Annuncio pubblicitario -
94,888FanCome
47,774SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi