Trasmissione per via aerea del coronavirus: l'acidità degli aerosol controlla l'infettività 

COVID-19Trasmissione per via aerea del coronavirus: l'acidità degli aerosol controlla l'infettività 

I coronavirus e i virus dell'influenza sono sensibili all'acidità dell'aerosol. La rapida inattivazione mediata dal pH dei coronavirus è possibile arricchendo l'aria interna con livelli non pericolosi di acido nitrico. Al contrario, il filtro dell'aria interna può rimuovere involontariamente gli acidi volatili prolungando così la persistenza del virus nell'aria. Questa nuova comprensione può essere molto utile per controllare la trasmissione per via aerea, specialmente in ambienti interni come gli ospedali.  

Le infezioni respiratorie causate dall'influenza e dai virus corona sono problemi persistenti significativi per la salute umana. La sola influenza è responsabile di oltre 400,000 decessi all'anno in tutto il mondo. L'attuale pandemia di COVID-19 attribuita al nuovo coronavirus SARS CoV-2 ha causato finora oltre 6 milioni di morti, oltre a immense sofferenze umane e impensabili danni economici all'economia mondiale. Pertanto, ridurre al minimo la trasmissione di questi virus è una priorità estremamente importante.  

È noto che la loro modalità di trasmissione dominante è quella aerea. Queste infezioni vengono contratte respirando aria contaminata. Le particelle di aerosol espiratorio agiscono come veicoli per la trasmissione del virus dell'influenza e del nuovo coronavirus SARS-CoV-2. Da qui l'importanza di indossare le mascherine per il viso. Si ipotizza che il virus possa rimanere nell'aria per circa 3 ore con un'emivita di 1.1 ore.  

Inutile dire che la rapida inattivazione di questi virus contribuirebbe notevolmente a limitarne la trasmissione.  

È noto che i virus avvolti come l'influenza e i corona virus sono inattivati ​​in condizioni acide, tuttavia il livello di acidità delle particelle di aerosol espiratorio e il suo ruolo sull'inattivazione dei virus erano sconosciuti.  

In un recente studio pubblicato nel preprint medRxiv, i ricercatori hanno esaminato questo aspetto per l'influenza e i coronavirus. Hanno scoperto che le particelle di aerosol esalate nell'aria interna diventano leggermente acide (pH ≈ 4). Questa condizione acida ha rapidamente inattivato il virus dell'influenza-A in pochi minuti, ma il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 ha richiesto giorni per l'inattivazione. Inoltre, se l'aria interna fosse arricchita con livelli non pericolosi di acido nitrico, l'acidità dell'aerosol scendeva fino a 2 unità, riducendo a sua volta i tempi di inattivazione per entrambi i virus al di sotto dei 30 secondi. Questa riduzione del 99% del tempo di inattivazione mediata dal pH potrebbe essere di grande importanza nella rapida inattivazione di questi virus in ambienti interni, aiutando così a ridurre considerevolmente la diffusione della comunità.  

Alla luce dei risultati di cui sopra, l'uso di filtri dell'aria interna deve essere attentamente considerato poiché qualsiasi rimozione involontaria di acidi volatili dall'aria interna può ridurre l'acidità dell'aerosol espiratorio e prolungare la persistenza del virus nell'aria. 

*** 

Riferimenti:  

  1. COVID-19: cosa significa la conferma della trasmissione per via aerea del virus SARS-CoV-2? Scientifica europea. Inserito il 17 aprile 2021. Disponibile a https://www.scientificeuropean.co.uk/covid-19/covid-19-what-does-confirmation-of-the-airborne-transmission-of-sars-cov-2-virus-mean/  
  1. Lui B., et al 2022. L'acidità degli aerosol espiratori controlla l'infettività del virus dell'influenza nell'aria e SARS-CoV-2. Prestampa medRxiv. Inserito il 14 marzo 2022. DOI: https://doi.org/10.1101/2022.03.14.22272134  

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Progressi nel trattamento dell'infezione da HIV mediante trapianto di midollo osseo

Un nuovo studio mostra un secondo caso di successo dell'HIV...

PARS: uno strumento migliore per prevedere l'asma tra i bambini

Lo strumento basato su computer è stato creato e testato per la previsione...

L'allenamento di resistenza di per sé non è ottimale per la crescita muscolare?

Uno studio recente suggerisce che combinando un carico elevato...
- Annuncio pubblicitario -
97,223FanMi Piace
61,902SeguaciSegui
1,880SeguaciSegui
0IscrittiSottoscrivi