PUBBLICITA

Gel nasale: un nuovo mezzo per contenere il COVID-19

COVID-19Gel nasale: un nuovo mezzo per contenere il COVID-19

L'uso del gel nasale come nuovo mezzo per inattivare il COVID-19 in modo biologico e prevenirne l'ingresso nel corpo umano può aiutare a prevenire la trasmissione comunitaria di questo virus, aiutando così nel controllo e nella gestione della malattia.

Nel tentativo di contenere COVID-19 pandemia, negli ultimi mesi sono emersi numerosi modi, indossando una mascherina e mantenendo il distanziamento sociale tra i primi fino ad ora per prevenire la diffusione di COVID-19 malattia. Numerosi laboratori in tutto il mondo sono alla frenetica ricerca di modi per combattere il virus che causa il COVID-19, impedendogli di infettare la popolazione umana mediante barriere fisiche, sociali e biologiche o sviluppando farmaci in grado di curare la malattia debilitante.

In questo articolo, discutiamo un nuovo e interessante mezzo biologico per inattivare il virus che causa il COVID-19, prima che entri fisicamente nel corpo umano. Siamo tutti consapevoli che il virus che sta diffondendo il COVID-19 entra nel corpo umano principalmente attraverso il nasale passaggio ogni volta che la persona entra in contatto con le goccioline contenenti virus nei suoi dintorni. Gli scienziati dell'IIT Mumbai in India hanno ottenuto una sovvenzione dal Dipartimento di scienza e tecnologia – Science and Engineering Board (DST-SERB) per lavorare al progetto, "Cattura basata su anticorpi di 2019-nCoV e sua inattivazione mediante utilizzo di lipidi on-site gel" (1).

L'obiettivo del progetto è sviluppare anticorpi contro il dominio legante il recettore della glicoproteina spike della malattia che causa il virus COVID-19 coinvolto nel riconoscimento di un recettore sulla superficie cellulare dell'ospite, vale a dire, l'enzima 2 di conversione dell'angiotensina della peptidasi di zinco. Gli anticorpi sviluppati verrebbero incorporati in gel in-situ caricati con emulsione a base di acidi grassi insaturi per inattivare il virus nel punto di ingresso.

Il gel da sviluppare sopra verrebbe applicato al nasale passaggio, che è un importante punto di ingresso del virus COVID-19. Il virus entrando in contatto con il gel verrebbe inattivato e bloccato all'interno del gel, impedendo così il suo ingresso nell'ospite. Questa soluzione può essere suggerita per tutelare la sicurezza degli operatori sanitari, in particolare degli otorinolaringoiatri (2, 3) che sono maggiormente a rischio a causa del contatto ravvicinato con le mucose delle prime vie respiratorie di persone infette e persone che lavorano per altri servizi essenziali in cui vengono a stretto contatto con altri colleghi di lavoro e pubblico. Questo metodo innovativo ha il potenziale per salvaguardare medici e operatori sanitari, ridurre la trasmissione nella comunità, aiutando così nel controllo e nella gestione della malattia.

Tuttavia, come per tutte le altre misure, questa particolare innovazione presenta delle sfide. La prima è la generazione di anticorpi specifici contro la glicoproteina di superficie del virus in quantità sfuse sufficienti in breve tempo. Il materiale in gel utilizzato deve essere ipoallergenico per l'uomo e la quantità di gel somministrata al passaggio nasale deve essere standardizzata poiché un'azione insufficiente potrebbe non aiutare a inattivare correttamente il virus e un'eccessiva azione può portare al blocco del passaggio nasale , portare a potenziali difficoltà respiratorie. Sarà ancora più difficile decidere e somministrare la quantità ottimale di gel nei pazienti con asma e disturbi correlati.

Tuttavia, l'approccio di utilizzare un gel a base nasale per inattivare il virus con mezzi biologici sembra essere innovativo e vale la pena perseguire per comprenderne l'efficacia nel controllo di questa pandemia.

***

Riferimenti:

1. PIB, 2020. Comunicato stampa del governo indiano ID 1612161. Disponibile su https://pib.gov.in/PressReleseDetail.aspx?PRID=1612161

2. Vukkadala N,. et. al, 2020. COVID-19 e l'otorinolaringoiatra - revisione preliminare basata sull'evidenza. . Laringoscopio. 2020 marzo 26 DOI: https://doi.org/10.1002/lary.28672 [Epub ahead of print].

3. Givi B., et al, 2020. Raccomandazioni di sicurezza per la valutazione e la chirurgia della testa e del collo durante la pandemia di COVID-19. JAMA Otorinolaringoiatria Testa Collo Surg. Pubblicato online il 31 marzo 2020. DOI: http://doi.org/10.1001/jamaoto.2020.0780

***

Rajeev Soni
Rajeev Sonihttps://www.RajeevSoni.org/
Il dottor Rajeev Soni (ID ORCID: 0000-0001-7126-5864) ha un dottorato di ricerca. in Biotecnologie presso l'Università di Cambridge, Regno Unito e ha 25 anni di esperienza lavorando in tutto il mondo in vari istituti e multinazionali come The Scripps Research Institute, Novartis, Novozymes, Ranbaxy, Biocon, Biomerieux e come ricercatore principale con US Naval Research Lab nella scoperta di farmaci, nella diagnostica molecolare, nell'espressione proteica, nella produzione biologica e nello sviluppo del business.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Securenergy Solutions AG fornirà energia solare economica ed ecologica

Le tre società SecurEnergy GmbH di Berlino, Photon Energy...

La "serie di successi" è reale

L'analisi statistica ha mostrato che "hot streak" o un...

Gli anticorpi neutralizzanti indotti dalla vaccinazione possono fornire protezione contro l'infezione da HIV

La ricerca mostra che gli anticorpi neutralizzanti che sono indotti da...
- Annuncio pubblicitario -
99,055FanMi Piace
64,265SeguaciSegui
6,169SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi