PUBBLICITA

Anticorpi monoclonali e farmaci a base di proteine ​​potrebbero essere usati per trattare i pazienti COVID-19

COVID-19Anticorpi monoclonali e farmaci a base di proteine ​​potrebbero essere usati per trattare i pazienti COVID-19

I farmaci biologici esistenti come Canakinumab (anticorpo monoclonale), Anakinra (anticorpo monoclonale) e Rilonacept (proteina di fusione) possono essere sfruttati come terapie che limitano l'infiammazione nei pazienti COVID-19. Inoltre, gli anticorpi monoclonali di design possono fornire immunità passiva neutralizzando il virus SARS-CoV-2 per prevenire l'infezione 

Drug Discovery sta cambiando il suo corso da piccolo farmaci molecolari ai biologici che consiste di proteine ​​e monoclonale anticorpi come terapeutici. Ciò è dovuto alla maggiore specificità che porta a una maggiore efficacia dei farmaci a base di proteine ​​e a minori effetti collaterali rispetto alle piccole molecole. anticorpole terapie basate su che limitano l'infiammazione costituiscono una delle più grandi famiglie di farmaci biologici nei settori biotecnologico/farmaceutico. 

La recente pandemia di COVID-19 rende più pertinente identificare e prescrivere trattamenti utilizzando il riutilizzo di farmaci esistenti1 per combattere la malattia da COVID-19. Uno di questi è l'uso di available anticorpi monoclonali che può essere usato contro il NLRP3 inflammasome, un nuovo bersaglio farmacologico proposto nel mio articolo del 9th Maggio 2020. Questo articolo ha spiegato l'importanza dell'inflammasoma NLRP3 come nuovo bersaglio farmacologico per il trattamento di COVID-192. In questo contesto, l'uso di anticorpi monoclonali contro IL-1 (interleuchina-1)-beta e interleuchina-18 (IL-18), che sono segni distintivi dell'attivazione dell'inflammasoma3, può rivelarsi efficace contro COVID-19 riducendo l'infiammazione e aiutando così i pazienti.  

Canakinumab attualmente disponibile, un monoclonale umano anticorpo mirato a IL-1 beta venduto con il marchio Ilaris4, è un farmaco per il trattamento dell'artrite idiopatica giovanile sistemica e della malattia di Still attiva. Questo può essere provato e testato nei pazienti COVID-19 per ridurre l'infiammazione e la progressione della malattia. Inoltre, Anakinra, commercializzato come Kineret®, è un antagonista del recettore dell'IL-1 ricombinante (IL-1ra) che può essere utilizzato per bloccare il recettore e prevenire l'azione dell'IL-1 beta. Un altro biologico disponibile è Rilonacept (Arcalyst®)4, una proteina di fusione dimerica costituita dal dominio legante il ligando del recettore umano dell'IL-1 e dalla proteina accessoria del recettore dell'IL-1 che può essere tentata per prevenire l'attivazione dell'IL-1 beta.  

Oltre a prendere di mira le conseguenze a valle di COVID-19, come l'NLRP3 sopra menzionato, lo sviluppo di anticorpi monoclonali di design in grado di neutralizzare il virus e fornire immunità passiva alla popolazione, è anche una proposta interessante fino allo sviluppo di un vaccino5,6,7

***

Riferimenti:  

  1. Soni, R., 2020. Un nuovo approccio per "riutilizzare" i farmaci esistenti per COVID-19. Scientifico Europeo. Pubblicato il 7 maggio 2020. Disponibile online su  https://www.scientificeuropean.co.uk/a-novel-approach-to-repurpose-existing-drugs-for-covid-19/  
  1. Soni, R., 2020. Inflammasoma NLRP3: un nuovo bersaglio farmacologico per il trattamento di pazienti affetti da COVID-19 gravemente malati. Scientifico Europeo. Pubblicato il 09 maggio 2020. Disponibile online su  https://www.scientificeuropean.co.uk/nlrp3-inflammasome-a-novel-drug-target-for-treating-severely-ill-covid-19-patients/  
  1. Dolinay T, Kim YS, et al 2012. Le citochine regolate dall'inflammasoma sono mediatori critici del danno polmonare acuto. Am J Respir Crit Care Med, 185 (11) (2012), pp. 1225-1234. DOI: https://doi.org/10.1164/rccm.201201-0003OC 
  1. Angeline XH Goh, Sebastien Bertin-Maghit, Siok Ping Yeo, Adrian Ho, Heidi Derks, Alessandra Mortellaro & Cheng-I Wang (2014) Un nuovo anticorpo monoclonale neutralizzante anti-interleuchina-1β umano che mostra efficacia in vivo, mAbs, 6:3 , 764-772, DOI: https://doi.org/10.4161/mabs.28614  
  1. Gli anticorpi di Cohen, J. Designer potrebbero combattere il COVID-19 prima che arrivino i vaccini. DOI:  https://doi.org/10.1126/science.abe1740  
  1. Ledford, H. 2020. Le terapie anticorpali potrebbero essere un ponte verso un vaccino contro il coronavirus, ma il mondo ne trarrà beneficio? Natura. Pubblicato il 11th Agosto 2020. DOI: https://doi.org/10.1038/d41586-020-02360-y 
  1. NIH.gov 2020. NIH avvia una sperimentazione clinica per testare il trattamento con anticorpi nei pazienti ospedalizzati con COVID-19. Pubblicato il 4 agosto 2020. Disponibile online su https://www.nih.gov/news-events/news-releases/nih-launches-clinical-trial-test-antibody-treatment-hospitalized-covid-19-patients  

*** 

Rajeev Soni
Rajeev Sonihttps://www.RajeevSoni.org/
Il dottor Rajeev Soni (ID ORCID: 0000-0001-7126-5864) ha un dottorato di ricerca. in Biotecnologie presso l'Università di Cambridge, Regno Unito e ha 25 anni di esperienza lavorando in tutto il mondo in vari istituti e multinazionali come The Scripps Research Institute, Novartis, Novozymes, Ranbaxy, Biocon, Biomerieux e come ricercatore principale con US Naval Research Lab nella scoperta di farmaci, nella diagnostica molecolare, nell'espressione proteica, nella produzione biologica e nello sviluppo del business.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Sigarette elettroniche due volte più efficaci nell'aiutare i fumatori a smettere di fumare

Lo studio mostra che le sigarette elettroniche sono due volte più efficaci di...

Un nuovo farmaco che impedisce ai parassiti della malaria di infettare le zanzare

Sono stati identificati composti che potrebbero prevenire i parassiti della malaria...
- Annuncio pubblicitario -
99,055FanMi Piace
64,265SeguaciSegui
6,169SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi