PUBBLICITA

Interferone-β per il trattamento di COVID-19: somministrazione sottocutanea più efficace

COVID-19Interferone-β per il trattamento di COVID-19: somministrazione sottocutanea più efficace

I risultati dello studio di fase 2 supportano l'idea che la somministrazione sottocutanea di IFN-β per il trattamento di COVID-19 aumenti la velocità di recupero e riduca la mortalità.

La straordinaria situazione presentata dalla pandemia di COVID-19 ha giustificato l'esplorazione di diverse possibili strade per il trattamento dei casi gravi di COVID-19. Diversi nuovi farmaci vengono provati e quelli esistenti vengono riutilizzati. I corticosteroidi sono già stati trovati per essere utili. La terapia con interferone è già in uso per le infezioni virali come l'epatite. L'IFN può essere usato contro SARS CoV-2 in COVID-19?  

In precedenti studi preclinici, l'IFN si era dimostrato efficace contro i virus SARS CoV e MERS. Nel luglio 2020, è stato segnalato che la somministrazione di Interferone-β tramite nebulizzazione (vale a dire l'inalazione polmonare) ha mostrato risultati promettenti nel trattamento di casi gravi di COVID-19 sulla base dei dati dello studio clinico di fase 2 1,2.  

Ora, l'ultimo rapporto basato sui dati dello studio clinico di fase 2 condotto su 112 pazienti con COVID-19 ricoverati a Pitié-Salpêtrière a Parigi, Francia, suggerisce che la somministrazione di IFN-β per via sottocutanea migliora il tasso di recupero e riduce la mortalità in COVID-19 casi 3.   

Gli interferoni (IFN) sono proteine ​​secrete dalle cellule ospiti in risposta alle infezioni virali per segnalare alle altre cellule la presenza del virus. La risposta infiammatoria esagerata in alcuni dei pazienti COVID-19 risulta essere associata a risposta e blocco dell'IFN-1 alterati IFN-β secrezione. È usato in Cina per trattare la polmonite virale dovuta a SARS CoV, tuttavia il suo uso non è standardizzato 4.  

È attualmente in corso lo studio clinico di fase 3 per l'uso degli interferoni (IFN) nel trattamento di pazienti affetti da COVID-19 gravi. L'approvazione dipenderà dal fatto che i risultati finali rientrino nell'intervallo accettabile stabilito dai regolatori.   

***

Fonte:   

  1. NHS 2020. News- Il farmaco per via inalatoria impedisce ai pazienti COVID-19 di peggiorare nello studio di Southampton. Inserito il 20 luglio 2020. Disponibile online su https://www.uhs.nhs.uk/ClinicalResearchinSouthampton/Research/News-and-updates/Articles/Inhaled-drug-prevents-COVID-19-patients-getting-worse-in-Southampton-trial.aspx Accesso effettuato il 12 febbraio 2021.  
  1. Monk PD., Marsden RJ., Tear VJ., et al., 2020. Sicurezza ed efficacia dell'interferone beta-1a nebulizzato per inalazione (SNG001) per il trattamento dell'infezione da SARS-CoV-2: un farmaco randomizzato, in doppio cieco, placebo- controllato, studio di fase 2. The Lancet Respiratory Medicine, disponibile online dal 12 novembre 2020. DOI: https://doi.org/10.1016/S2213-2600(20)30511-7 
  1. Dorgham K., Neumann AU., et al 2021. Considerando la terapia personalizzata con interferone-β per COVID-19. Agenti antimicrobici chemioterapia. Pubblicato online l'8 febbraio 2021. DOI: https://doi.org/10.1128/AAC.00065-21  
  1. Mary A., Hénaut L., Macq PY., et al 2020. Razionale per il trattamento di COVID-19 mediante interferone nebulizzato-β-1b-revisione della letteratura ed esperienza preliminare personale. Frontiere in farmacologia., 30 novembre 2020. DOI:https://doi.org/10.3389/fphar.2020.592543.  

***

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

Un nuovo metodo per il rilevamento in tempo reale dell'espressione proteica 

L'espressione proteica si riferisce alla sintesi delle proteine ​​all'interno...

Cosa fa vivere il Ginkgo biloba da mille anni

Gli alberi di Gingko vivono per migliaia di anni evolvendosi in modo compensatorio...

Deltamicron : Delta-Omicron ricombinante con genomi ibridi  

Casi di coinfezioni con due varianti sono stati segnalati in precedenza....
- Annuncio pubblicitario -
98,967FanMi Piace
64,252SeguaciSegui
6,170SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi