PUBBLICITA

COVID-19: uso dell'ossigenoterapia iperbarica (HBOT) nel trattamento dei casi gravi

COVID-19COVID-19: uso dell'ossigenoterapia iperbarica (HBOT) nel trattamento dei casi gravi

La pandemia di COVID-19 ha causato un forte impatto economico in tutto il mondo e ha provocato l'interruzione della vita "normale". I paesi di tutto il mondo stanno lottando per trovare soluzioni a questa malattia che includono il rafforzamento del sistema immunitario e lo sviluppo di vaccini per combattere la pandemia. In questo contesto, l'uso dell'ossigenoterapia iperbarica (HBOT) può sembrare promettente per il trattamento di grave casi di COVID-19. L'HBOT comporta la fornitura di ossigeno ai tessuti del corpo a pressioni più elevate rispetto alla pressione atmosferica con la speranza di ridurre l'infiammazione e il risveglio delle cellule, migliorando così il sistema immunitario 

La pandemia di COVID-19 ha sconvolto la vita in quasi tutto il mondo. Scienziati e ricercatori di tutto il mondo sono in corsa contro il tempo per sviluppare una cura per questa malattia che ha colpito milioni di persone e ha provocato il ricovero e la morte di migliaia di persone, in particolare quelle di età superiore ai 70 anni e con comorbidità come diabete, asma e malattie cardiovascolari. malattia. Sono stati provati numerosi farmaci antivirali per combattere il COVID-19 per fermare la replicazione virale insieme a cambiamenti nello stile di vita come indossare una maschera e mantenere le distanze sociali per prevenire la diffusione nella comunità. Recentemente, una serie di diversi tipi di vaccini (1-3) sono stati approvati per l'autorizzazione all'uso di emergenza da parte dei governi di vari paesi che, si spera, aiuteranno a sviluppare e fornire l'immunità contro il COVID-19 a lungo termine. L'idea alla base di questi è rafforzare il sistema immunitario per aiutare il corpo a combattere le infezioni. Anche l'ossigenoterapia iperbarica (HBOT) può essere considerata un potenziale trattamento per il trattamento di grave casi di COVID-19, in particolare quelli che richiedono il ricovero in ospedale.  

L'HBOT consiste nel fornire il 100% di ossigeno ai tessuti corporei ad alte pressioni (superiori alla pressione atmosferica). Questa condizione iperossica si traduce nella fornitura di maggiori quantità di ossigeno alle cellule del corpo, migliorando così la loro rinascita e sopravvivenza. L'HBOT è stato segnalato quasi quattro secoli fa, tuttavia, non è stato implementato come trattamento definitivo a causa della mancanza di prove scientifiche. Tuttavia, recenti dati preliminari provenienti da studi clinici suggeriscono miglioramenti significativi per quanto riguarda la morbilità e la mortalità in grave casi di pazienti COVID-19 trattati con ossigeno al 100% ad alte pressioni atmosferiche. Un piccolo studio in un singolo centro condotto negli Stati Uniti su 20 pazienti COVID-19 e 60 controlli appaiati utilizzando HBOT ha dato risultati incoraggianti per quanto riguarda la mortalità dei pazienti e il fabbisogno di ventilazione (4). È stato pianificato un altro studio randomizzato controllato per studiare gli effetti dell'ossigenoterapia normobarica (NBOT) rispetto all'ossigenoterapia iperbarica (HBOT) per i casi gravi di pazienti ipossici COVID-19 (5). Il vantaggio di HBOT è che è una tecnica non invasiva che è conveniente rispetto ad altri regimi di trattamento. Tuttavia, occorre prestare attenzione che deve essere somministrato da personale addestrato e non deve essere effettuato a casa in condizioni normobariche utilizzando bombole di ossigeno puro disponibili sul mercato. 

Sebbene l'HBOT prometta di essere un intervento a basso rischio per il trattamento di casi gravi di COVID-19, richiederà un gran numero di studi clinici controllati randomizzati con un numero significativo di pazienti con un esito fortemente positivo, prima che la terapia possa essere approvato oltre ogni ragionevole dubbio. 

***

Referenze 

  1. Prasad U., 2021. Tipi di vaccini COVID-19 in Vogue: potrebbe esserci qualcosa che non va? Scientifico Europeo Gennaio 2021. DOI: https://doi.org/10.29198/scieu/210101  
  1. Prasad U., 2020. Vaccino mRNA COVID-19: una pietra miliare nella scienza e un punto di svolta in medicina. Scientific European Dicembre 2020. Disponibile online su https://www.scientificeuropean.co.uk/covid-19-mrna-vaccine-a-milestone-in-science-and-a-game-changer-in-medicine/ Consultato il 24 gennaio 2021.  
  1. Prasad U., 2021. Vaccino DNA contro SARS-COV-2: un breve aggiornamento. Scientifico Europeo. Inserito il 15 gennaio 2021. Disponibile online su https://www.scientificeuropean.co.uk/dna-vaccine-against-sars-cov-2-a-brief-update/ Consultato il 24 gennaio 2021.  
  1. Gorenstein SA, Castellano ML, et al 2020. Ossigenoterapia iperbarica per pazienti COVID-19 con distress respiratorio: casi trattati rispetto a controlli abbinati alla propensione. Undersea Hyperb Med. Terzo trimestre 2020;47(3):405-413. PMID: 32931666. Disponibile online su https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32931666/  Consultato il 24 gennaio 2021.  
  1. Boet S., Katznelson R., et al., 2021. Protocollo per uno studio controllato randomizzato multicentrico di ossigenoterapia normobarica rispetto a quella iperbarica per pazienti ipossiemici COVID-19  Prestampa medRxiv. Inserito il 16 luglio 2020. DOI: https://doi.org/10.1101/2020.07.15.20154609  

***

Rajeev Soni
Rajeev Sonihttps://www.RajeevSoni.org/
Il dottor Rajeev Soni (ID ORCID: 0000-0001-7126-5864) ha un dottorato di ricerca. in Biotecnologie presso l'Università di Cambridge, Regno Unito e ha 25 anni di esperienza lavorando in tutto il mondo in vari istituti e multinazionali come The Scripps Research Institute, Novartis, Novozymes, Ranbaxy, Biocon, Biomerieux e come ricercatore principale con US Naval Research Lab nella scoperta di farmaci, nella diagnostica molecolare, nell'espressione proteica, nella produzione biologica e nello sviluppo del business.

Iscriviti alla Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

- Annuncio pubblicitario -

Articoli più letti

La prima gravidanza e parto di successo dopo il trapianto di utero da un donatore deceduto

Il primo trapianto di utero da un donatore deceduto porta a...

La variante Lambda (C.37) di SARS-CoV2 ha una maggiore infettività e fuga immunitaria

La variante Lambda (lignaggio C.37) di SARS-CoV-2 è stata identificata...
- Annuncio pubblicitario -
99,055FanMi Piace
64,265SeguaciSegui
6,169SeguaciSegui
31IscrittiSottoscrivi