PUBBLICITA

Trasmissione aerea ridefinita dall'OMS  

La diffusione degli agenti patogeni attraverso l’aria è stata a lungo descritta in modi diversi dalle diverse parti interessate. Durante la pandemia di COVID-19, i termini "in volo", "trasmissione aereae la "trasmissione dell'aerosol" sono stati utilizzati in modo diverso nelle diverse discipline. Si ritiene che ciò possa aver contribuito alla disinformazione e alla confusione in merito trasmissione degli agenti patogeni nelle popolazioni umane. In effetti, l’OMS è stata criticata per essere stata troppo lenta nel classificare il SARS-CoV-2 come disperso nell’aria.  

Pertanto, al fine di fornire chiarezza, l’OMS ha elaborato le definizioni di trasmissione aerea di agenti patogeni e le terminologie associate a seguito di una consultazione dettagliata con agenzie ed esperti di sanità pubblica.  

Particelle respiratorie infettive (o IRP) 

Secondo la nuova definizione. le particelle infettive generate ed espulse da individui infetti da un agente patogeno respiratorio attraverso la bocca o il naso respirando, parlando, sputando, tossendo o starnutendo sono descritte con il termine "particelle respiratorie infettive" o IRP. Inoltre, gli IRP esistono su uno spettro continuo di dimensioni e non dovrebbe essere applicato alcun singolo punto di interruzione per distinguere le particelle più piccole da quelle più grandi. In questo modo viene eliminata la precedente dicotomia tra “aerosol” (particelle generalmente più piccole) e “goccioline” (particelle generalmente più grandi).  

Questa comprensione degli IRP è utile per caratterizzare una malattia infettiva in cui la principale modalità di trasmissione prevede che l'agente patogeno viaggi nell'aria o sia sospeso nell'aria. 

Trasmissione aerea 

La trasmissione o l'inalazione per via aerea si verifica quando gli IRP vengono espulsi nell'aria e inalati da un'altra persona. Ciò può verificarsi a breve o lunga distanza dalla persona infetta e la distanza dipende da vari fattori come flusso d'aria, umidità, temperatura, ventilazione ecc. Gli IRP possono teoricamente entrare nel corpo in qualsiasi punto lungo il tratto respiratorio umano, ma i siti di ingresso preferiti può essere specifico per l'agente patogeno. 

Deposizione diretta 

La deposizione diretta si verifica quando gli IRP vengono espulsi nell'aria da una persona infetta e vengono quindi depositati direttamente sulla bocca, sul naso o sugli occhi esposti di un'altra persona vicina, entrando quindi nel sistema respiratorio umano e causando potenzialmente un'infezione.  

Queste nuove definizioni e interpretazioni concordate degli agenti patogeni e della trasmissione attraverso l’aria dovrebbero aiutare a definire nuovi programmi di ricerca e l’attuazione di interventi di sanità pubblica.  

*** 

Riferimenti:  

  1. OMS 2024. Comunicato stampa – Le principali agenzie sanitarie delineano una terminologia aggiornata per gli agenti patogeni che si trasmettono attraverso l’aria. Inserito il 18 aprile 2024.  
  1. Rapporto di consultazione tecnica globale sulla terminologia proposta per gli agenti patogeni che si trasmettono attraverso l'aria. . Pubblicato dall'OMS  

*** 

Squadra SCIEU
Squadra SCIEUhttps://www.ScientificEuropean.co.uk
Scientific European® | SCIEU.com | Progressi significativi della scienza. Impatto sull'umanità. Menti ispiratrici.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, offerte e annunci speciali.

Articoli più letti

Deltamicron : Delta-Omicron ricombinante con genomi ibridi  

Casi di coinfezioni con due varianti sono stati segnalati in precedenza....

Decodificato il genoma della felce: speranza per la sostenibilità ambientale

Sbloccare le informazioni genetiche di una felce potrebbe fornire...

PARS: uno strumento migliore per prevedere l'asma tra i bambini

Lo strumento basato su computer è stato creato e testato per la previsione...
- Annuncio pubblicitario -
94,068FanCome
47,560SeguaciSegui
1,772SeguaciSegui
30IscrittiSottoscrivi